La storia

Il contrabbasso, l’amore per la musica del maestro Riccardo Crotti

Riccardo Crotti, bergamasco, docente titolare della classe di contrabbasso al conservatorio Marenzio di Brescia ha scritto un volume su questo strumento adottato da molti conservatori italiani.

“Iscriviti, ma non finirai mai, suonerai per hobby”. Una schioppettata. Un verdetto senza appello per il giovane di vent’anni che vuole avvicinarsi alla musica e che intende iscriversi al conservatorio. Questa è una storia d’amore. E le storie hanno sempre un lieto fine. I protagonisti sono la musica e Riccardo Crotti, originario di Clusone oggi vive in un paese dell’hinterland. Oltre che ad essere docente titolare della classe di contrabbasso al conservatorio Marenzio di Brescia, ha collaborato con l’orchestra I Pomeriggi Musicali come primo contrabbasso – oltre che collaboratore dell’Orchestra della Rai e del Teatro La Fenice – e ora ha scritto un libro: “Il Contrabbasso”. Un volume unico nel suo genere in Italia e adottato in molti conservatori.

“Certo quando a vent’anni chiesi di potermi iscrivermi al conservatorio per coltivare questa mia grande passione per la musica, non ebbi di certo la risposta che un giovane si aspetterebbe di avere – commenta Crotti –. Il mio amore per la musica, unito alla volontà, hanno fatto il resto”.

Crotti si diploma così nel 1989 al Conservatorio Nicolini di Piacenza. Successivamente, dopo avere partecipato a diversi corsi di perfezionamento, tra gli altri con i maestri Leonardo Colonna ed Emilio Benzi, frequenta per tre anni l’Accademia Internazionale di Alto Perfezionamento L. Perosi di Biella sotto la guida del Maestro Giuseppe Ettorre e consegue il diploma. Nel 2007 si laurea al Conservatorio Nicolini di Piacenza in discipline musicali ad indirizzo solistico con il maestro Enrico Fagone.

Da qui inizia una serie di collaborazioni con importanti Orchestre: Orchestra Nazionale della Rai, Orchestra del Teatro la Fenice di Venezia, Orchestra dei Pomeriggi Musicali di Milano, Orchestra della Svizzera Italiana, Orchestra Filarmonica Italiana.

“Collaboro anche con numerose Orchestre da Camera con le quali svolgo numerose tournée all’estero – aggiunge Riccardo Crotti -. Oltre al genere classico ho praticato musica klezmer, partecipando, tra l’altro a tournée internazionali con Moni Ovadia. Ho svolto attività di Docente ai Conservatori di Bari, Potenza e Santa Cecilia di Roma”.

Il contrabbasso

Il suo volume “Il Contrabbasso” è la sintesi di una dichiarazione d’amore per la musica e per questo strumento che accompagna Crotti da tutta la vita. La prima edizione è datata 2005, con il tempo Crotti ha aggiunto altro materiale, come i saggi di Luca Garlaschelli, Angelo Pagani, PierAngelo Pelucci e Marcello Ragazzi. Un volume che attraversa la storia di questo strumento nato nel Rinascimento e che riveste un particolare ruolo nella famiglia delle viole e delle orchestre.

Ai giovani che vogliono avvicinarsi alla musica e che sognano di suonare nelle grandi orchestre, Crotti ha un suggerimento: “Se avete passione, non demordete”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI