BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Deligios, Lista Gori: “Nazisti Padani”, la Lega: “Usi toni più consoni”

“Nazisti Padani. Non se ne può più” è il commento in Facebook di Ezio Deligios (Lista Gori) in merito all’ordinanza del sindaco di Palazzago di multare i cittadini che accolgono profughi senza avvisare l’amministrazione comunale (leggi qui).
Un commento che non è passato indifferente, anzi ha suscitato l’ira di Daniele Belotti, segretario provinciale della Lega Nord e una lettera al Presidente del Consiglio comunale Marzia Marchesi da parte di Alberto Ribolla, capogruppo della Lega Nord a Palazzo Frizzoni e segretario cittadino del Carroccio.

Egregio Presidente,
per l’ennesima volta assistiamo ad una presa di posizione del Consigliere Deligios (Lista Gori) offensiva e al di là della dialettica politica, anche forte, nei confronti dei militanti della Lega Nord.
Finché ha riguardato le continue offensive esternazioni fatte nei confronti miei e della consigliere Pecce in sede di Consiglio Comunale (unico motivo di intervento del consigliere durante le sedute di Consiglio), ci siamo passati sopra. D’altronde non si può essere simpatici a tutti.
Abbiamo anche lasciato passare termini come “razzista” nei miei confronti da parte del Sindaco Gori, pur sottolineando in Consiglio la gravità di tali affermazioni.
Quando però si usano, pubblicamente (vedi post fb), termini come “nazisti padani” nei confronti di amministratori della Lega Nord, peraltro democraticamente eletti da un’ampia maggioranza di cittadini, non possiamo soprassedere.
La invito, quindi, a richiamare formalmente il Consigliere Deligios a toni più consoni e ad evitare che, anche nel futuro, simili esternazioni possano essere riproposte.

Certo che farà valere il suo ruolo di garanzia, Le porgo cordiali saluti.
Alberto Ribolla

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.