BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Boato nella notte a Romano, in fiamme una pizzeria: dolo o guasto? foto video

L'esplosione è avvenuta all'interno della pizzeria "SpaccaNapoli" di via Monte Grappa. In pochi minuti il locale ha preso fuoco e il gestore, M.M., un 35enne napoletano, è rimasto ustionato

Un boato intorno alle 3 della notte tra lunedì 7 e martedì 8 agosto ha svegliato gli abitanti del centro di Romano di Lombardia. L’esplosione è avvenuta all’interno della pizzeria “SpaccaNapoli” di via Monte Grappa. In pochi minuti il locale ha preso fuoco e il gestore, M.M., un 35enne napoletano, che si trovava ancora all’interno è rimasto ustionato.

Incendio pizzeria Romano

Alcuni residenti della zona hanno chiamato i soccorsi. Sul posto è intervenuto il personale medico a bordo di un’ambulanza, che ha medicato l’uomo e l’ha trasportato all’ospedale Papa Giovanni di Bergamo.

Sono giunti anche i vigili del fuoco per domare le fiamme: un’operazione durata circa un paio d’ore. Numerosi gli abitanti della cittadina della Bassa che sono scesi in strada per capire cosa fosse successo, attirati oltre che dall’esplosione, anche dal fumo che in pochi minuti si è propapagato nell’intera zona.

Sulle cause del rogo per ora c’è massimo riserbo da parte degli inquirenti, che non escludono alcuna pista: da quella dolosa, a quella accidentale. La relazione dei vigili del fuoco non ha evidenziato nessun dettaglio che possa far propendere per un’ipotesi. I carabinieri di Treviglio, che hanno messo sotto sequestro il locale, stanno indagando.

“SpaccaNapoli”,  pizzeria da asporto ma anche con alcuni tavoli, era stata inaugurata solo lo scorso 18 maggio dopo diversi cambi di gestione: in passato aveva avuto il nome “Michi” e poi “Mordi e Fuggi”.

Video correlati

1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.