BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Tax Free Day”: da oggi le aziende bergamasche lavorano per se stesse

Oggi si celebra il giorno in cui i piccoli imprenditori e gli artigiani bergamaschi finiscono di lavorare per il Fisco e iniziano a lavorare per se stessi. Le tasse assorbono il 60,4 % dei ricavi degli imprenditori orobici, impegnati 220 giorni all'anno a pagare i tributi e 145 giorni per i consumi personali.

Tutti liberi dalle tasse. Dopo 220 giorni utilizzati per pagare le tasse, finalmente le imprese bergamasche possono cominciare a destinare i guadagni aziendali all’impresa e alla propria famiglia perché hanno finalmente finito di pagare il fisco italiano.

Oggi, lunedì 7 agosto è il “Tax Free Day” per le piccole imprese di Bergamo, che nel 2017 hanno devoluto in tasse e imposte varie il 60,4 % del reddito prodotto.

A certificarlo è uno studio di Cna (Confederazione nazionale dell’artigianato e della piccola e media impresa), datato aprile, che suscita scalpore e disappunto perché mette in luce come le PMI, solo dopo pochi giorni dalle ferie, possono guardare al “loro bilancio” e non più ai conti dello Stato.

tax free day

Come se non bastasse, un’altro dato (negativo) da registrare per le Pmi di Bergamo è l’aumento del peso della tassazione pari allo 0,30% rispetto al 60,1% del 2016. Una percentuale che scende, però, al 57,4% nel caso di imprese che abbiano optato per l’IRI, introdotta con la Legge di Bilancio 2017.

A rilevarlo “Comune che vai, fisco che trovi”, il rapporto 2017 dell’Osservatorio permanente CNA sulla tassazione delle Pmi, che analizza l’andamento della tassazione sulle piccole imprese in 135 città italiane, tra i quali tutti i capoluoghi di provincia . Ogni anno calcola il Total Tax Rate (Ttr) delle piccole e medie imprese, da cui si ricava appunto il giorno “della liberazione”.
Uno dei paradossi di questa giornata è che proprio per l’alta e variegata pressione fiscale locale, ogni città ha il suo Tax Free Day. Dai dati dell’indagine condotta su tutto il territorio nazionale sulla tassazione locale, emerge che il 2017 a livello nazionale si chiude con un Ttr pari a 61,2%, con un aumento dello 0,3% rispetto al 2016 (60,9%). Sul territorio italiano, quindi, il Tax Free Day è fissato per il 10 agosto.

tax free day

Bergamo, tra i 135 comuni analizzati, con il 60,4% si attesta al 68° posto nella classifica nazionale. In cima troviamo Trento, con il peso delle politiche fiscali pari al 54,1% e il giorno della liberazione dalle tasse fissato al 16 luglio. Seguono Gorizia con il 54,6% e il 17 luglio, Cuneo con il 54,7% e il 18 luglio, Imola con il 54,8% e il 18 luglio, Belluno con il 54,8% e il 18 luglio. Ad andare peggio sono Reggio Calabria– fanalino di coda – con il 73,4% di pressione fiscale mentre le aziende dovranno attendere il 24 settembre prima di iniziare a lavorare per un proprio guadagno. Al 134° gradino si trova Bologna con il 72,1% e il 19 settembre, al terzultimo posto c’è Roma con il 69,3% e il 9 settembre.

La simulazione è riferita rispetto ad un’impresa manifatturiera rappresentativa del tessuto economico italiano (nel caso specifico, un’azienda individuale con quattro operai e un impiegato, con ricavi per 431.000 euro e un reddito d’impresa di 50.000 euro).

All’imprenditore bergamasco, quindi, partendo da un reddito d’impresa di 50.000 euro, rimarrebbero 21.305 euro, vale a dire circa 1.775 euro al mese, senza tredicesime di sorta. Tradotti in termini “cronologici”, significa che l’impresa in oggetto quest’anno avrà lavorato per il fisco appunto sino al 7 agosto – il tax free day degli imprenditori bergamaschi – con 220 giorni all’anno impegnati a pagare i tributi e 145 giorni per i consumi personali.

tax free day

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.