BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La tessera del tifoso va in pensione (fra tre anni)

Il presidente del Coni Giovanni Malagò annuncia "importanti novità verso la direzione di includere i tifosi veri e le famiglie e non di escluderli".

Dopo tante polemiche e qualche insuccesso, la tessera del tifoso va già in pensione. Venerdì alle 14.30, infatti, sulla tessera del tifoso, ci sarà una riunione con il ministro dell’Interno, il capo della Polizia, il responsabile dell’Osservatorio sulle manifestazioni sportive e il ministro dello sport.

Il presidente del Coni Giovanni Malagò annuncia “importanti novità verso la direzione di includere i tifosi veri e le famiglie e non di escluderli”.

Il primo provvedimento sarà quello di consentire la vendita dei biglietti allo stadio, anche qualche minuto prima dell’inizio della partita, con la volontà di favorire chi decide all’ultimo momento di seguire la squadra del cuore. Oggi è davvero complicato comprare i biglietti, soprattutto per chi ha famiglia.

Quindi verrà avviato il percorso che porterà, probabilmente nel giro di tre anni, all’abolizione della tessera del tifoso. Se ne sta occupando la dottoressa Daniela Stradiotto, da poco più di un anno presidente dell’Ossservatorio e convinta che si debbano aiutare le famiglie tornare negli stadi. Senza però dare spazio ai violenti. Per loro ci sarà sempre il pugno duro.

Verranno così rivisti il sistema di ticketing, con una conseguente responsabilizzazione delle società sportive, l’impiantistica con la riduzione delle barriere e la responsabilizzazione degli spettatori e i servizi di stewarding. Con l’abolizione della tessera del tifoso, sarebbero le società a dover emettere carte di fidelizzazione, mentre la sottoscrizione dell’abbonamento o l’acquisto del biglietto non saranno più subordinati al possesso della tessera.

Solamente nelle gare considerate a rischio, l’Osservatorio potrà ancora disporre limitazioni ad hoc.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.