In norvegia

“Invasione di donne in burqa”, ma sono i sedili di un bus

È bastata una foto pubblicata sulla bacheca di un gruppo Facebook anti-immigrati per far scatenare i membri con commenti preoccupati e allarmati

È bastata una foto pubblicata sulla bacheca di un gruppo Facebook anti-immigrati per far scatenare i membri con commenti preoccupati e allarmati: quelle donne in burqa sono un simbolo dell’islamificazione del Paese, è stato detto. Ma la cosa più surreale di tutta questa vicenda è che in quella foto non c’è nessuna donna e nessun burqa ma solo dei sedili vuoti di un autobus.

È accaduto in Norvegia, nel gruppo nazionalista “Fedrelandet viktigst” (tradotto in italiano Prima la patria”), che conta oltre 13mila membri. A sollevare l’epic fail è stato un utente, Sindre Beyer, che ha rilanciato il post e i commenti. Uno dopo l’altro, senza mai notare cosa fosse davvero ritratto in quella foto. “L’odio che è stato mostrato nei confronti di alcuni sedili vuoti di un autobus mostra quanto il pregiudizio prevalga sulla saggezza – scrive Sindre Beyer -. Ho condiviso il post perché più gente possibile possa vedere cosa sta succedendo negli angoli oscuri del Web”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI