Quantcast
Toloi e Palomino insuperabili, Ilicic croce e delizia: e quanto corrono gli esterni - BergamoNews
Le pagelle

Toloi e Palomino insuperabili, Ilicic croce e delizia: e quanto corrono gli esterni

Prova maiuscola dei nerazzurri che soffrono un po' nel primo tempo e poi si sciolgono nella ripresa: difesa promossa a ottimi voti, esterni inesauribili e un attacco già molto vivace e con tante soluzioni.

Berisha 7: il portiere albanese è già una sicurezza. Risponde presente dopo pochissimi minuti, si ripete a metà ripresa con un riflesso strepitoso su girata di Pulisic;

Masiello 7: attento e ordinato, bravo anche a rimanere freddo quando si tratta di far ripartire l’azione (31’st Mancini s.v.);

Toloi 7,5: con la fascia da capitano al braccio il brasiliano non sbaglia nemmeno una palla. Cancella completamente il giovanissimo Isak, classe ’99 che in Svezia paragonano addirittura a Zlatan Ibrahimovic;

Palomino 7,5: prestazione maiuscola del gigante argentino che gioca d’anticipo in modo sopraffino ed esce spesso a testa alta dalla difesa. Abbina al fisico anche una discreta proprietà di palleggio;

Castagne 7: orfani di Conti? L’esterno belga rischia di farvi dimenticare in fretta l’esterno lecchese perchè ha tanta gamba e attacca come pochi la profondità;

Freuler 6,5: solita certezza in mezzo al campo dove dirige sapientemente il traffico (31’st Haas s.v.);

Cristante 6,5: fa la guardia allo svizzero e si piazza a strettissimo contatto con la linea difensiva quando il Borussia attacca di prepotenza. Qualche intervento forse “sopra le righe” per una partita amichevole ma il test era troppo stimolante per permettersi di tirare indietro la gamba (31’st Pessina s.v.);

Kurtic 6: la sua presenza tra le linee è di fondamentale importanza. Fatica nella prima metà di gara, poi trova coraggio e qualche spunto interessante ma si divora anche due grandissime occasioni (31’st Orsolini 6,5: entra subito in clima partita, partendo come un razzo sulla destra e bombardando di cross la difesa tedesca che per poco non si fa del male da sola per sventare un suo assist a Cornelius);

Spinazzola 7: un pendolo inesauribile sulla sinistra tanto da far venire il dubbio che nelle sue gambe, come per le biciclette truccate, ci sia un motorino nascosto. Imprendibile in progressione, bravissimo a destreggiarsi nello stretto per trovare i compagni (31’st Gosens s.v.);

Ilicic 7: non avesse messo lo storico gol della vittoria che fa godere i tifosi nerazzurri la sua prestazione sarebbe stata al limite della sufficienza. Qualità ed esperienza superiori alla media dei compagni si vedono a occhio nudo ma nella ripresa si mangia letteralmente due gol fatti facendosi trovare fuori posizione prima e calciando troppo debolmente un pallonetto semplice per uno con le sue doti poi: si riscatta con la rete dell’1-0, freddissimo a raccogliere un invito di Freuler su errore della difesa tedesca e a piazzarlo alle spalle di Reimann (31’st Vido 6: si muove tanto sul fronte offensivo e nel finale per poco non dà il colpo di grazia al Borussia Dortmund con un colpo di testa che finisce a lato di un niente);

Petagna 7: nei momenti di maggior sofferenza arretra fin nella sua metà campo a prendersi palloni che scottano e facendosi travolgere dai difensori avversari. Quando abbassa il testone e spinge sulle gambe fa mangiare la polvere a Toprak e Subasic, non esattamente gli ultimi arrivati, e trova anche la lucidità di mettere nei piedi di Kurtic un cioccolatino che avrebbe meritato miglior epilogo (31’st Cornelius 6,5: ci mette pochissimo a far capire alla difesa tedesca che passerà un quarto d’ora di terrore. Fisico statuario e potenza fuori dal comune, il danese fa a sportellate con tutti, dando sempre la sensazione di poter tirare fuori il coniglio dal cilindro).

leggi anche
borussia
L'amichevole
Atalanta da urlo, col Borussia Dortmund finisce 1-0: decide Ilicic
Atalanta-Borussia Dortmund 1-0
L'analisi
Sogno di una notte di mezza estate: l’Atalanta fa la voce grossa in Europa, Borussia ko
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it