BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Olimpiadi dei sordi, argento per l’Italia e la bergamasca Ilaria Galbusera

La 26enne di Bergamo ha conquistato uno straordinario secondo posto, alzando bandiera bianca solamente in finale contro le fortissime giapponesi: "Sono davvero e tanto orgogliosa di questa squadra. Quello che poteva sembrare solamente un sogno, ora è diventato realtà".

È sfumato solo in finale il sogno della Nazionale italiana di volley femminile sorde, sconfitta dalle fortissime giapponesi ai Giochi Olimpici silenziosi a Samsun, in Turchia, dal 17 al 30 luglio.

Dopo una cavalcata esaltante le ragazze di Alessandra Campedelli si sono arrese in tre set contro le asiatiche che le avevano già sconfitte all’esordio della manifestazione: 25-25, 25-14 e 25-17 i parziali che ben evidenziano il differente tasso tecnico tra le due squadre.

Spettacolare la marcia delle azzurre, soprattutto tra quarti e semifinale dove hanno sconfitto le più quotate Russia e Stati Uniti, formazioni che come il Giappone possono contare su atlete professioniste mentre le italiane giocano tutte a livello amatoriale: la medaglia d’argento ha fatto comunque scatenare la festa, con una valanga di complimenti arrivati da Laura Boldrini, che ha invitato la squadra alla Camera, e dall’ex ct della Nazionale italiana di volley maschile Mauro Berruto.

nazionale volley sordi

Felicissima Ilaria Galbusera, classe 1991 di Bergamo, ruolo opposto/lato, tesserata nella società Excelsior Volley Bergamo, in prestito al Lemen Volley: “Non trovo spazio per le parole, ma solo per tanta felicità. Sono davvero e tanto orgogliosa di questa squadra. Tanta strada è stata fatta per arrivare fino qua, portandoci a casa un risultato storico. Quello che poteva sembrare solamente un sogno, ora è diventato realtà…GRAZIE. Grazie anche a tutto il tifo e al supporto di chi ci ha seguito a Samsun e di chi da casa, non ha mancato di farsi sentire. Siete stati davvero tanti. Finalmente l’Italia intera si è accorta di noi e della nostra realtà, che mai prima d’ora è stata così ‘visibile’.
Perché anche noi esistiamo”.

(foto Fb Nazionale Italiana Volley Femminile Sorde)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.