BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Basta centri commerciali, non siamo l’America, così i nostri paesi muoiono”

Antonio Terzi è il libraio di Alzano Lombardo. È sua la Cartolibreria Nani. Pubblichiamo la sua riflessione mentre il Comune di Alzano Lombardo si appresta a varare incentivi per fermare la chiusura di piccoli negozi.

Antonio Terzi è il libraio di Alzano Lombardo. È sua la Cartolibreria Nani. Pubblichiamo la sua riflessione mentre il Comune di Alzano Lombardo si appresta a varare incentivi per fermare la chiusura di piccoli negozi.

Il Comune di Alzano Lombardo, con un tentativo assolutamente meritorio, si vede costretto a varare importanti incentivi economici per arginare la desertificazione commerciale in centro storico.

Una misura che fino a pochi anni fa era riservata a piccole frazioni in territori montani per garantire un minimo di servizio a chi vi abitava.

Ora siamo arrivati a proporre queste misure a cittadine come la nostra a soli 6 chilometri da Bergamo e con quasi 14000 abitanti.

Si è arrivati a tanto (e peggiorerà) perché ormai nel commercio l’unica regola è che non ci siano regole, nella falsa convinzione che il mercato sovrano si autoregoli lasciando in vita solo chi merita.

Si è partiti levando ai Comuni la possibilità di pianificare le distanze tra negozi simili, lasciandoli in mano a chi proponeva le moderne città dello shopping come unica fonte di entrate per le casse comunali. Si è passati alle nuove forme di commercio, dipinte come vantaggiose economicamente per chi deve comprare ma che spesso nascondono solo apparenze e zero sostanza. Apparenze celate dietro parole anglosassoni che sembrano fatte apposta per confondere (outlet, temporary, …). Oppure con aperture anacronistiche ad ogni ora del giorno e della notte: libertà, dicono, ma di farci male da soli!

Finanza nascosta da commercio che si esplicita in forme come il sottocosto selvaggio o come il cross merceologico o nella totale commistione tra ingrosso e dettaglio, vendite di ogni tipo mascherate da contributi volontari e quant’altro. Modalità vietate in quasi tutti i Paesi europei ai quali, ci dicono, dovremmo ispirarci.

Abbiamo voluto fare gli americani, senza averne la stessa storia, la stessa morfologia, le stesse caratteristiche: e così i nostri paesi muoiono.

Gli esiti sono sotto gli occhi di tutti, ma un Paese (P maiuscola) intelligente fa autocritica e prova a rimediare ai propri errori.

Prima che sia troppo tardi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.