BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Io, al Giffoni Film Festival, tra guest star e esperienze uniche” fotogallery

Federico Turani, classe 1993, ha avuto la possibilità di prendere parte all'edizione 2017 del Giffoni Film Festival, festival di cinema per ragazzi, e ci racconta la sua esperienza tra risate e grandi nomi dello schermo.

“Noo, non ci credo hai 24 anni? Giura!”
Ebbene sì, anche per gente della mia razza è possibile partecipare al Giffoni Film Festival.
Mannaggia ai geni che non mi cresce la barba.

Ma partiamo dove tutto cominciò.

“Sai dovresti andare al Giffoni, ci sono un sacco di incontri e guestSs” disse un amico giornalista.
Vado a vedere sul sito: Jennifer Aniston, Marco D’Amore, Matteo Garrone, Maccio Capotonda…OK…alla prossima edizione ci vado.
Ottobre. Fammi guardare un po’ il sito. Scorro il regolamento.
Una volta al mese, una videorecensione in un minuto e mezzo, di un film, dato un tema, per un totale di sei.
Bene, ne ho perse due.
Minimo videorecensioni richieste: quattro.
A Christmas Carol, Il Pianista, Your Name, presentazione di me. In inglese.
‘Gentile Federico è stato selezionato nella giuria del Giffoni Experience’.
Taac.
Il giorno dopo, al telefono, una simpatica e arzilla vecchietta mi dice che ‘tranquillamente’ ha una camera per me in una frazione di Giffoni Valle Piana, e la cosa mi preoccupa, ‘tranquillamente’ ovviamente.
Si perché a Giffoni ci sono si e no ‘tranquillamente’ 10 strutture ospitanti e il fatto che abbia trovato a ridosso di un festival internazionale, a luglio, una camera singola ad un prezzo stracciato mi inquieta.
Comunque, Locanda al Castello a Terravecchia.

Flash forward o forse dovrebbe essere un flash back concluso, mazza quante ne so.

“Si si ne ho 24 te lo assicuro.”
“Be però dai quando ne avrai 50 ne dimostrerai 40!” (forse non conoscono ancora le Leggi di Murphy).
Siamo a Giffoni, in piazza cittadella, di fronte alla sala Truffaut, quella più grossa, più comoda, con l’aria condizionata giusta e dove si fanno i pisolini migliori post pranzo.
Attorno a me un Napoletano (anni 17, Emanuele), un Basilicatese (anni 18, Giò, giuro si chiama così gliel’ho chiesto anche io), una Pioltellese (anni 19, Alessia, incontrata sull’aereo d’andata, seduta di fianco a me. Entrambi avevamo sbagliato fila), due Marchigiane in stage (23 e 24, Elisa e Laura), una Cosenzese (anni 15, Doriana) e una Casertese (anni 16, Alessia, di nuovo).
Questo è il Team della Locanda al Castello (esclusa Alessia-Pioltello) che ogni giorno prende la ‘navetta’ la mattina alle 8.30 per scendere al festival e risale alle 24 per andare a dormire.
Dico ‘scendere’ e ‘risalire’ perché la locanda sta in un borgo dell’anno Mille di 51 abitanti (noi esclusi) su una collinetta a 4 km da Giffoni.
Dico ‘navetta’ perché in realtà è il pizzaiolo del ristorante che ci porta a spasso, quando può.

Il festival quest’anno ha 4600 giurati, divisi in categorie di età, ognuna con un colore di maglia caratteristico: +3, +6, +10, +13, +16, +18, +85 (una di queste non esiste).
Lingua ufficiale: Campano.
Precedenza nelle code: “ai bambini! Ce stanno i bambini!”.

Ogni categoria è divisa in sotto gruppi la cui routine (per così dire) consta in: proiezioni di film e corti in concorso con conseguente dibattito in sala (Pirandello e Hitchcock tra i più citati), pranzo (cuoppo fritto, zeppole, panino salsiccia e patate…frutta…AH), ingresso in sala Truffaut abusivo per il sonnellino pomeridiano, incontro con la Guest Star verso le 17, cena (panino salsiccia e patate, zeppole, pizza…e che pizza) e bivaccamento serale davanti alla maratona di Harry Potter o anteprima (‘Cars 3’ e ‘Cattivissimo me 3’ per esempio!).
Come potete capire il momento topic della giornata è l’incontro con le Guest Star (qualcuno potrebbe pensare ‘la pizza’, e non potrei dargli torto), in sala Truffaut, dove tengono un Q&A (questions and answers) con i ragazzi giurati. (“Quale tra i ruoli che ha fatto rispecchia di più la sua personalità?”).

Giffoni Film Festival

Non tutti i sotto gruppi però possono partecipare, perché sono tanti, e quindi parte la guerra del ‘ti scambio Amy per Bryan’, ‘cerco Kit’, ‘scambio mia madre e la magistrale in nanoteconologie per Mika’.
Caso vuole che il sottoscritto abbia escogitato un piccolo e umile piano, che per ovvie ragioni non potrò esporvi, per parteciparvi a tutti.
E quindi: Bryan Cranston (Breaking Bad, Malcolm), Amy Adams (Arrival, American Hustle, Animali Notturni), Kit Harington (Trono di Spade), Julianne Moore (Still Alice, Il grande Lebowski), Gabriele Salvatores, Gabriele Muccino, Margherita Buy, Cristiana Capotondi, Carolina Crescentini, Mika, Claudio Amendola, Marco Giallini…
Sono tanti gran bei nomi.

Quello che ti colpisce quando incontri e ascolti tutte queste persone è vedere quanto siano umili.
Determinazione, costanza, serietà sono la base, chi si monta la testa ha i giorni contati: “dovete tenere i vostri sogni belli stretti perché gli ostacoli sono infiniti” (Moore), “faccio fatica ancora oggi a fare i film” (Muccino), “son contento di aver avuto successo con la serie ma devo ancora dimostrare di essere un bravo attore” (Harington).

Insomma, momenti per cui vale la pena essere lì, momenti in cui sei in sala e vedi, tutti insieme, colori, bambini, premi oscar, salernitani, registi, selfie distratti (cercate che vuol dire), aspiranti filmmaker koreani, madri esaltate, la vicina di casa, popcorn per terra, idolo della tua serie preferita, staff che richiama il silenzio, lezioni di napoletano e tanti sorrisi.

Forse per questo è uno dei format più riusciti di sempre, e l’abbiamo noi, in Italia, a Giffoni Valle Piana.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.