BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Dopo la protesta a Roma il benzinaio sfrattato prepara un’altra manifestazione

Giuseppe Effendi non ci sta: rivuole il distributore che gli è stato tolto. "Se Q8 non si siede al tavolo delle trattative entro il 4 di agosto sono pronto a manifestare di nuovo, non ho più niente da perdere"

Non ha nessuna intenzione di fermarsi Giuseppe Effendi, il benzinaio di Azzano San Paolo sfrattato per non aver rinnovato il contratto con la multinazionale, che nel marzo del 2015 è rimasto senza il distributore gestito per oltre vent’anni dalla sua famiglia (leggi la sua storia QUA).

Indica venerdì 4 agosto come ultima data per riaprire le trattative con Q8 (che nel 2014 ha rilevato tutta la rete Shell) “altrimenti – attacca Effendi – sono pronto a manifestare di nuovo qua ad Azzano, qua davanti a quel distributore nel quale mio padre, oggi malato, ha buttato gran parte degli anni di lavoro della sua vita”.

“A Q8 chiedo che mi venga riconsegnato il distributore – spiega il benzinaio – o, almeno, che mi venga riconosciuto un risarcimento per come sono stato trattato e per tutto il lavoro che mio padre e la mia famiglia in 25 anni hanno fatto per questo posto. Il sindaco di Azzano Simona Pergreffi e il presidente del Gruppo Benzinai Renato Mora si stanno battendo al mio fianco, mi stanno aiutando. Ma, a quanto pare, non basta ancora: serve che la multinazionale faccia un passo indietro”.

“Se Q8 non ascolterà nemmeno questo mio appello – attacca ancora Effendi – sono pronto a fare un’altra manifestazione qua ad Azzano. Non ho più niente da perdere”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.