BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Referendum autonomia, Bruni: “È un imbroglio per i lombardi”

Roberto Bruni, capogruppo regionale Patto Civico, non ha dubbi sul referendum per l'autonomia della Regione Lombardia indetto per il prossimo 22 ottobre: "È un imbroglio per gli elettori lombardi"

Roberto Bruni, capogruppo regionale Patto Civico, non ha dubbi sul referendum per l’autonomia della Regione Lombardia indetto per il prossimo 22 ottobre: “Continuiamo a ritenere che questo referendum sia un’iniziativa inutile e costosa, costruita su un quesito scontato che oltretutto la maggioranza carica di contenuti impropri. Parlare di residuo fiscale e tasse da trattenere in Lombardia significa imbrogliare gli elettori. Dimostrando una volta di più come si tratti di una mossa puramente propagandistica”.

È quanto il capogruppo regionale del Patto Civico Roberto Bruni sostiene dopo le comunicazioni in Aula del presidente Maroni e dell’assessore Fava sull’Ema e sulla consultazione del prossimo 22 ottobre.

“L’assessore Fava, nella ricostruzione dell’iter, ha tralasciato l’aspetto più inquietante della vicenda. Dopo l’approvazione in Consiglio nel febbraio del 2015, a Maroni non restava che indire il referendum. E invece si è preso oltre due anni, passando attraverso una serie di escamotage legislativi, per emanare il decreto di indizione quando più gli faceva comodo, cioè a ridosso delle elezioni. Non serve altro per chiarire quale sia l’unico vero interesse legato a questa consultazione: la campagna elettorale di Lega e alleati”.

“Per quanto riguarda invece l’Ema – aggiunge il consigliere Bruni – su una partita così importante, non possiamo che rilevare il dato positivo dell’unità di intenti tra Regione, Comune e Governo, veicolo attraverso il quale, vedasi per esempio Expo, si sono già raggiunti risultati importanti”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.