BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Nasce VisitBrembo per il rilancio turistico della Val Brembana

La Comunità Montana della Val Brembana approva la nuova proposta di rilancio turistico.

Se ne era parlato nell’ultimo periodo, ma ora è realtà : la Comunità Montana della Val Brembana ha dato il via alla nascita di VisitBrembo.

Lo statuto del nuovo programma di promozione turistico per la valle è stato approvato nel corso dell’ultima assemblea della comunità tenutasi a Piazza Brembana con un’ampia maggioranza di 21 voti favorevoli , 6 astenuti e zero contrari; una maggioranza che permetterà ai comuni di poter sviluppare al meglio il progetto. L’obiettivo di questa proposta è di promuovere il patrimonio artistico, naturale ed umano della valle in maniera condivisa, con la partecipazione di tutti e 37 comuni affiliati alla Comunità, oltre ad aziende e privati che elaboreranno strategie di marketing, di comunicazione e di pianificazione turistica per sviluppare alcuni ambiti come il cicloturismo, il turismo green e quello enogastronomico.

I comuni saranno divisi in cinque microaree in questa maniera: AT1 (Media e Bassa Valle) San Giovanni Bianco, San Pellegrino Terme, Zogno, Sedrina, Ubiale Clanezzo; AT2 (Val Brembilla – Val Taleggio) Val Brembilla, Val Taleggio, Blello, Vedeseta; AT3 (Val Serina) Algua, Bracca, Cornalba, Costa Serina, Serina, Dossena, Oltre il Colle; AT4 (Altobrembo) Averara, Cassiglio, Cusio, Mezzoldo, Olmo al Brembo, Ornica, Piazzatorre, Piazza Brembana, Piazzolo, Santa Brigida, Valtorta; AT5 (Alta Valle Orientale) Branzi, Camerata Cornello, Carona, Foppolo, Isola di Fondra, Lenna, Moio de’ Calvi, Roncobello, Valnegra, Valleve.

Partner d’eccellenza saranno la San Pellegrino Spa in ambito privato, Turismo Bergamo, l’Agenzia per lo Sviluppo e la Promozione Turistica di Provincia di Bergamo, Camera di Commercio e Comune di Bergamo fra gli enti, anche se il progetto ha fatto storcere il naso a più di una persona.

Fra le note dolenti della serata la mancanza dei rappresentanti del comune di San Pellegrino, cittadina trainante della Valle soprattutto in ambito turistico, e l’astensione del comune di Roncobello, nel tal caso nei panni del vicesindaco Antonio Gervasoni che, benché si sia dichiarato favorevole alla proposta, non ha digerito la mancata esposizione ai sindaci prima che venisse messa ai voti.

Fra i più felici dell’approvazione dello statuto il vicepresidente della Comunità Montana Giovanni Fattori, che ha espresso la sua soddisfazione per la il via libera alla proposta da parte della maggioranza dei sindaci; ed il sindaco di Sedrina Stefano Micheli, entusiasta per la presenza del suo comune all’interno di VisitBrembo.

VisitBrembo ha mosso soltanto i primi passi, ma già pare esser sulla strada giusta per divenire una proposta vincente. Solo il tempo ci dirà se questa sarà l’idea giusta per rilanciare la valle, ma i segnali per pensarlo già esistono.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.