BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Aeroporto, il Prefetto Margiacchi incontra i sindaci e assicura il proprio impegno

Gli amministratori locali hanno espresso preoccupazione per le ricadute, in termini di inquinamento acustico e, più in generale, ambientale, dell’attività dell’aeroporto, cresciuto in modo poderoso negli ultimi anni per numero di voli e di passeggeri in transito.

Si è tenuta nella mattina di giovedì 27 luglio in Prefettura una riunione per un esame delle problematiche, sotto i profili di inquinamento acustico ed ambientale, legate dall’attività dell’aeroporto internazionale “Il Caravaggio” di Orio al Serio.

All’incontro, presieduto dal Prefetto di Bergamo Elisabetta Margiacchi e che rappresenta il primo step del percorso di confronto ed interlocuzione con i soggetti a vario titolo competenti o portatori di interessi rispetto all’attività dello scalo aeroportuale orobico, erano presenti i Sindaci di Orio al Serio, di Bergamo e degli altri Comuni facenti parte del “Tavolo Aeroportuale”, oltre ai rappresentanti della Provincia, dell’ENAC, dell’ENAV, della SACBO, dell’ATS di Bergamo e dell’ARPA.

Gli amministratori locali hanno espresso preoccupazione per le ricadute, in termini di inquinamento acustico e, più in generale, ambientale, dell’attività dell’aeroporto, cresciuto in modo poderoso negli ultimi anni per numero di voli e di passeggeri in transito.

Pur nella consapevolezza del ruolo strategico dello scalo aeroportuale per il “sistema Bergamo” e per l’intera economia provinciale, i Sindaci del predetto “Tavolo” hanno sottolineato la necessità che possa essere trovato un punto di equilibrio tra l’attività dell’aeroporto e l’esigenza di contenere il disagio delle popolazioni dei Comuni esposti agli effetti acustico-ambientali di tale attività, attraverso misure da attuare in tempi rapidi – su tutte, e prioritariamente, lo stop ai voli in fascia oraria notturna ed il non superamento dell’attuale numero annuo di voli – nelle more della definizione dell’iter burocratico di approvazione del nuovo piano di zonizzazione acustica e di una più compiuta disamina (che avrebbe dovuto essere svolta nella riunione della Commissione Aeroportuale, convocata per il 26 luglio scorso e poi rinviata) dei risultati della “sperimentazione” delle nuove rotte.

Il Prefetto Margiacchi ha quindi assicurato che sulla questione saranno in primis sensibilizzate le Amministrazioni centrali – Ministeri dell’Ambiente e delle Infrastrutture e Trasporti, ma anche Presidenza del Consiglio e Ministero dell’Interno – a vario titolo interessate, fermo restando la disponibilità della Prefettura ad offrire un tavolo di ascolto e di confronto, aperto a tutti i soggetti, istituzionali e non, coinvolti, per quanto attiene agli aspetti della complessa problematica che non debbano o possano trovare sede di esame e risoluzione presso gli organi e gli enti individuati dalla normativa di riferimento.

In coerenza con tale assunzione di impegno, il Prefetto incontrerà venerdì 28 luglio i rappresentanti dei comitati aeroportuali di cittadini.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.