BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Factory Market da Alzano vola a Berlino: “Per un progetto sempre più internazionale” fotogallery

Quello che è ormai uno dei brand più apprezzati nel settore hand made fa tappa nella capitale tedesca con un progetto pilota. La sfida? "Farsi conoscere all'estero e portare a Bergamo eventi di respiro europeo"

Dallo Spazio Fase di Alzano Lombardo a Berlino. Il Factory Market fa i bagagli, ma non per andare in vacanza. Durante tutto il mese di agosto, quello che è ormai diventato uno dei brand più apprezzati in Bergamasca e non solo per quanto riguarda il settore hand made fa tappa nella capitale tedesca con un progetto pilota: “Sei giovani selezionati tra artigiani, designer, ceramisti e illustratori di tutte le edizioni di Factory Market troveranno casa nel nostro popup store di Berlino per esporre i loro lavori”, fa sapere Nicoletta Brescianini, ideatrice del progetto insieme al compagno Alberto Guerrini.

Un popup store è quello che in italiano verrebbe definito ‘negozio a tempo’. Quello affittato dai ragazzi di Factory Market (circa 100 mq) sorgerà nel quartiere di Neukolln, uno dei più multietnici della città, frequentato da giovani e considerato tra i nuovi centri della moda cittadina: “Siamo convinti che per noi sia arrivato il momento di provare a spingerci oltre aprendo le porte a nuove realtà per mostrare il lavoro di passione e qualità che caratterizza il progetto”, spiega Nicoletta.

Nata nel 2011 sulle mura di Città Alta, la manifestazione è diventata nel corso degli anni un evento trimestrale che all’interno delle ex cartiere Pigna di Alzano Lombardo sembra aver trovato la sua dimensione naturale, attirando una media di 7mila visitatori per edizione e mettendo in mostra i lavori di oltre 100 espositori provenienti da tutta Italia, tra giovani designer, artisti, artigiani e illustratori: “In questi ultimi anni siamo cresciuti in maniera esponenziale all’interno di Spazio fase – commenta Nicoletta – un progetto altrettanto in espansione che da settembre vivrà una rinascita strutturale grazie alle demolizioni che riporteranno la vecchia cartiera alla sua struttura originale di fine ‘800”.

Per l’imprenditrice bergamasca “la nuova sfida è quella di tessere una rete tra makers di tutta Europa, creando quella collaborazione e quel fermento che tanto invidiamo alle capitali europee, ma che può esistere anche in una città in crescita come la nostra, sempre più pronta ad accogliere stimoli e novità, che siano provenienti dall’estero o frutto di un’evoluzione interna”.

E quello mosso a Berlino vuole essere il primo passo di un percorso certamente lungo e impegnativo: “Abbiamo investito in un progetto che speriamo possa attribuire ancora più significato al nostro lavoro – conclude Nicoletta -. La nostra ambizione è quella di portare un giorno Factory Market a Berlino o in altre grandi città europee, e allo stesso tempo rendere Bergamo e Spazio Fase un polo attrattivo per eventi del settore di richiamo internazionale”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.