BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Berlusconi chiama Tosi, ok da Bergamo all’alleanza: “Unica via per vincere le elezioni”

Il coordinamento bergamasco di Fare con Tosi accoglie con favore l'accordo, ormai prossimo, tra l'ex premier Silvio Berlusconi e l'ex sindaco di Verona: "L'unica strada da percorrere perchè alle prossime elezioni trionfi il vero centrodestra, non quello populista di Salvini".

Nella corsa verso le elezioni del prossimo anno l’intenzione è chiara: ricreare un ampio schieramento di centrodestra moderato capace di contrastare la sinistra.

In quest’ottica sta lavorando Silvio Berlusconi che avrebbe trovato l’accordo con Flavio Tosi, espulso per volere di Matteo Salvini dalla Lega Nord: una nuova alleanza, tra Forza Italia e il Movimento Fare con Tosi, che potrebbe scombinare i piani del Carroccio di stampo salviniano e che invece piace al coordinatore provinciale del gruppo che fa capo all’ex sindaco di Verona.

“Ci fa piacere che Berlusconi si interessi di Tosi – commenta Bruno Valsecchi – Credo che le ideologie destra e sinistra siano morte e noi rappresentiamo da un lato il centrodestra moderato e dall’altro un movimento che vuole riformare la politica italiana. Crediamo in questa Lega Azzurra, un centrodestra che non sia quello populista ed estremista della Lega di Salvini”.

La contrapposizione con il numero uno del Carroccio è chiara e per ovvi motivi: “Tosi – continua – aveva un grande progetto che dava fastidio a Salvini. Da lì è nato Fare con Tosi che ha sempre appoggiato tutte quelle leggi che si allineavano alla nostra idea del cambiare la politica, di ridurne i costi e di essere più concreta e pragmatica”.

Da un lato l’appoggio di Tosi, dall’altro la visita ad Arcore di Roberto Maroni: “In molti hanno indicato il governatore lombardo come il possibile prossimo premier – sottolinea Valsecchi – La nostra scelta è Tosi ma è chiaro che poi toccherà a lui in prima persona valutare chi potrebbe essere il futuro leader del movimento. Ciò che combattiamo è l’idea inconcludente e basata sugli slogan di Salvini”.

Un centrodestra così composto sarebbe la collocazione ideale per Fare con Tosi, come ammette il coordinatore bergamasco: “Al contrario delle accuse che ci erano state mosse non siamo mai stati con Renzi ma lo abbiamo semplicemente appoggiato quando ha portato idee di centrodestra. Crediamo che la vittoria del No al Referendum, in questo senso, sia stato un grosso errore perchè abbiamo perso un’occasione per ridurre i costi della politica ed eliminare le Province che non sanno di nulla e costano. Pur mantenendo la nostra identità siamo convinti che se Berlusconi, come penso, apprezzerà le nostre idee sono certo che potrebbero esserci degli sviluppi per una nuova politica del centrodestra. Mi auguro che l’accordo venga messo nero su bianco in breve tempo, per preparare al meglio le elezioni del 2018: è l’unica strada da percorrere perchè trionfi il centrodestra vero, non quello populista di Salvini. Se poi Salvini decidesse di allinearsi alle idee più moderate di Maroni non è detto che non si possa creare una coalizione ancora più ampia”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.