BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bandiera arancione per la rotonda di San Tomè (anche grazie alla raccolta differenziata) foto

Alla rotonda di Ca Marchi “sventola” il riconoscimento assegnato dal Touring Club Italiano ottenuto grazie al tempietto di San Tomè, ma anche alla raccolta rifiuti e all'erba tagliata. A settembre l'inaugurazione ufficiale

Ad Almenno San Bartolomeo sventola la Bandiera arancione. Sventola, si fa per dire, perché la Bandiera – prestigioso riconoscimento di qualità turistico e ambientale assegnato dal Touring Club Italiano – è raffigurata su una struttura metallica che da qualche settimana è ben piantata alla Rotonda Ca’ Marchi. A settembre l’inaugurazione ufficiale, alla presenza del Console del Touring.

Un bel biglietto da visita per il Comune all’imbocco della Valle Imagna, poco distante da Bergamo, ad un’ora circa da Milano che si è distinto “per il valore e la varietà degli attrattori storico-culturali – recita la motivazione del TCI -, ben fruibili e in buono stato di manutenzione, adeguatamente promossi e valorizzati, e per la presenza di un attrattore di grande pregio e interesse (Rotonda di San Tomè)”.

La Bandiera è stata assegnata il 6 dicembre scorso nell’ambito della prima edizione dell’iniziativa Bandiere arancioni in Valle Imagna, realizzata da TCI, che ha ricevuto la candidatura della quasi totalità dei Comuni della Comunità Montana, e dalla Comunità Montana Valle Imagna.

“L’assegnazione della Bandiera arancione ad Almenno San Bartolomeo – spiega il sindaco Gianbattista Brioschi – è giunta a coronamento di anni di impegno dell’Amministrazione nell’azione di tutela dell’ambiente e di valorizzazione di tutte le risorse del nostro territorio. Il prestigioso riconoscimento rafforza il nostro impegno per migliorare tutti gli standard di qualità già raggiunti e certificati e, soprattutto, per innalzare il livello della nostra accoglienza”.

La nuova Geolander a Spirano

Destinata alle piccole località dell’entroterra (sotto i 15 mila abitanti), la Bandiera dal 1988 viene assegnata attraverso un modello valutativo e un percorso di valorizzazione del territorio che monitora i servizi turistici coinvolgendo tutti gli attori protagonisti, elabora un piano di miglioramento sia su scala comunale che d’area d’interesse, in un’ottica di sviluppo sostenibile.

“Il primo passo – ricorda il primo cittadino di Almenno San Bartolomeo – è stato la compilazione di un questionario ricevuto dal Touring Club”. Se il tempietto di San Tomè, esempio di chiesa romanica a pianta circolare, che sorge in posizione isolata nell’agro di Almenno, rappresenta la maggiore attrazione artistica della zona, l’assegnazione della Bandiera arancione è passata anche attraverso il vaglio di gesti quotidiani e comportamenti virtuosi degli abitanti di Almenno, come la raccolta differenziata.

“Nel questionario – spiega Brioschi – un capitolo è dedicato alla raccolta rifiuti, distinti per tipo: carta, alluminio, plastica, vetro, legno, organico e altri materiali”. E non si tratta solo di raccolta porta a porta o di isole ecologiche perché tra le domande c’è anche: “Con quale frequenza vengono effettuati interventi di pulizia dei depositi abusivi lungo le strade?”. In altre parole si deve tagliare l’erba, mettere a posto i cartelli e tenere aperti i musei. Riscontro che, gli esperti del Touring, hanno trovato con un sopralluogo anonimo e un analisi sul campo.

Il marchio è temporaneo e subordinato al mantenimento dei requisiti nel tempo; la verifica avviene ogni tre anni con una tempistica fissata da TCI a livello nazionale, valida per tutti i Comuni a prescindere dall’anno di assegnazione del riconoscimento. Almenno San Bartolomeo si aggiunge a Clusone e Gromo e porta a 12 il numero delle Bandiere arancioni in Lombardia. La Bandiera arancione verrà celebrata, con alcuni week-end di festa, dopo l’estate, tra settembre e ottobre.

La nuova Geolander a Spirano

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.