Martina Caironi non corre, vola: oro ai Mondiali di Londra - BergamoNews
La meraviglia

Martina Caironi non corre, vola: oro ai Mondiali di Londra

L'atleta bergamasca chiude i 100 metri paralimpici in 14”65, vicina al primato mondiale.

Martina Caironi non corre. Vola. E’ oro ai Mondiali paralimpici di atletica a Londra. I 100 metri T42, per amputati di gamba sopra il ginocchio sono suoi e con lei di tutta Italia: Martina davanti a chiudere in 14”65, vicina al primato mondiale.

Martina Caironi correva sotto antibiotico per una infiammazione al dente del giudizio, ma per lei Londra è una pista magica: “Londra è stato lo Tsunami della mia vita personale, dove è cambiato tutto”. Sì, perché per l’atleta bergamasca che unisce bravura a simpatia è stato proprio nella capitale britannica, quando nel 2012 agguantò l’oro a dare il la ad altre conquiste meravigliore, che l’hanno portata a essere la più veloce di sempre, prima donna amputata a una gamba (colpa di un pirata della strada e un incidente in moto ad adolescenza che finiva) a scendere sotto i 15 secondi nei 100 metri.

Ma la splendida Martina commenta felice il secondo posto di Monica Contrafatto: “Pensare a Monica ed essere felice per lei, mi porta a sentire quanto sia importante essere visibile a tanta gente. Ormai lei vola da sola”.  E del suo colpaccio dice alla Gazzetta dello Sport : “E’ stadio lo stadio della mia consacrazione internazionale. Mi sento a casa, coccolata”.

leggi anche
  • Al musme
    Protesi da museo, Martina Caironi: “La tecnologia può vincere la disabilità”
    Martina Caironi
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it