BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

L’opposizione: Seriate ha un problema sicurezza, le telecamere non sono inutili

Damiano Amaglio, capogruppo della Lista Albatro all'opposizione a Seriate e vice presidente della Commissione Bilancio nella città alle porte di Bergamo, interviene sul tema della sicurezza.

Damiano Amaglio, capogruppo della Lista Albatro all’opposizione a Seriate e vice presidente della Commissione Bilancio nella città alle porte di Bergamo, interviene sul tema della sicurezza.

Ormai quasi tutti i giorni Seriate sale agli onori della cronaca per problemi di sicurezza più o meno gravi. Il destino è proprio beffardo: forze politiche che governano la città da anni (la Lega solo da 23…) e che fanno della sicurezza un vessillo politico, devono quotidianamente arrampicarsi sugli specchi per spiegare che la colpa è sempre di qualcun altro.

Una premessa: qui non si tratta di definire colpe perché la sicurezza urbana e l’ordine pubblico sono quanto di più complesso esista da gestire, quindi semplificare sarebbe un errore.

Il gruppo consiliare Lista Civica Albatro stigmatizza piuttosto una mancanza di visione complessiva e conseguentemente l’assenza di una strategia organica. Questo è provato dalla tendenza a sbandierare improbabili interventi di ordine pubblico della Polizia Locale che illudono i cittadini senza cambiare le cose; i raid a caccia di esibizionisti nel Parco del Serio o le retate identificative delle prostitute in strada (che ricordiamo essere per lo più vittime di sfruttamento) fanno forse raccogliere qualche like sui social, ma lasciano le questioni tali e quali sul tavolo.

Quel che chiediamo invece all’Amministrazione comunale è di fare il suo per competenza, ed il dotarsi di una rete di videosorveglianza efficiente è una delle azioni più efficaci tra quelle possibili.

Altro che inutile: proprio mentre cercava di dimostrare l’inutilità delle telecamere il sindaco Vezzoli veniva smentito in tempo reale da un tentativo di rapina a volto scoperto… Fra l’altro le immagini sono preziose non solo per identificare ma anche a definire dinamiche, tempi, comportamenti relativi ai punti sensibili della città.

Scanzorosciate, Brusaporto, Grassobbio, solo per i citare i casi più recenti e vicini a noi, stanno facendo sforzi per implementare il proprio sistema di presidio visivo del territorio: stanno buttando tutti risorse? No, assolutamente no, e Seriate dovrebbe prenderne esempio. Lo sblocco del patto di stabilità consente di investire milioni, finalmente, in opere per i cittadini, e non riusciamo a trovare risorse per la sicurezza? Siamo sorpresi di apprendere dalla stampa che ad oggi non ci sono soldi disponibili, considerando che pochi mesi fa, in sede di bilancio preventivo, era stato assicurato alla Commissione Bilancio la copertura per 90 mila euro del progetto di implementazione predisposto dal Com.te Vinciguerra.

Ho scritto al Presidente Stracuzzi perché convochi la Commissione Bilancio: vogliamo capire dove sono finite quelle risorse ed ottenerne l’immediato ripristino.

Damiano Amaglio

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.