Mamma e bimba di 11 anni uccise a coltellate, si cerca il figlio della donna - BergamoNews
A parma

Mamma e bimba di 11 anni uccise a coltellate, si cerca il figlio della donna

Si cerca un ragazzo di 21 anni per l'efferato delitto scoperto nella serata di martedì a parma, è il figlio e fratello delle vittime, una donna di 45 anni e la figlia undicenne, originarie del Ghana ma da anni residenti in Italia.

Si cerca un ragazzo di 21 anni per l’efferato delitto scoperto nella serata di martedì a parma, è il figlio e fratello delle vittime, una donna di 45 anni e la figlia undicenne, originarie del Ghana ma da anni residenti in Italia.

Raccapricciante la scena del delitto, nell’appartamento in periferia a parma: mamma e piccola di 11 anni, Nfum Patience e Magdalene, sono state uccise con una sfilza di coltellate: macchie di sangue ovunque, già nel corridoio e nell’ingresso, sui muri.

Ad accorgersi del duplice omicidio è stato un terzo figlio della donna, Raymond Nyantakyi, 25 anni, quando è tornato a casa dopo la giornata di lavoro. Il giovane è stato portato in Questura per sentire la sua testimonianza mentre è partita in città la caccia all’uomo, alla ricerca del terzo figlio irreperibile e fortemente sospettato del duplice delitto.

C’è un sospettato, ed è un secondo figlio della donna, Solomon Nyantakyi, 21 anni, una promessa del calcio mancata, convocato in prima squadra diverse volte da Donadoni, nell’anno del crac del Parma.

 

Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it