BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Maturità, quante cose impara una prof: la guerra fredda? Per le gelate russe

Clementina Gabanelli, insegnante a Bergamo, sorride (ma non troppo) degli strafalcioni letti anche in quest'ultimo esame di maturità, finalmente finito.

Clementina Gabanelli, insegnante a Bergamo, sorride (ma non troppo) degli strafalcioni letti anche in quest’ultimo esame di maturità, finalmente finito.

E così anche quest’anno le commissioni d’esame, con l’apposizione del mitico sigillo di ceralacca, si apprestano a concludere gli esami di maturità, pardon gli Esami di Stato. Sì perché nell’era digitale la ceralacca, scrupolosamente sciolta con la fiamma di una candela, sopravvive a suggellare i pacchi contenenti gli elaborati scritti e gli innumerevoli verbali che accompagnano tutte le operazioni d’esame.

Devo dire che il momento conserva la sua solennità, anche se io non partecipo attivamente perché, grazie alla mia goffaggine, alcuni anni fa ho rischiato di incendiare il pacco con il suo prezioso contenuto.

Ma l’Esame di Stato è un’importante occasione di apprendimento anche per i docenti… infatti ho scoperto che il cattolicesimo è la religione di Stato, mentre la Guerra Fredda è così definita a causa delle gelide temperature della Russia.

Ma ho capito anche, finalmente, che il Presidente della Repubblica invia SMS alle Camere, e che il Presidente del Consiglio, eletto dal Popolo (granitica convinzione), a sua volta elegge il Parlamento!

Gli economisti poi, non si dividono più in liberisti, marxisti e keynesiani, ma in buoni e cattivi: Malthus, forse a ragione, viene annoverato tra i cattivi!

clementina gabanelli

Alla fine di questa simpatica esperienza e per troncare il dibattito in merito allo jus sanguinis o allo jus soli, avanzo timidamente la proposta di subordinare sia l’elettorato attivo che l’elettorato passivo a un esame di diritto costituzionale, ovvero jus culturae!

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.