BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

I labirinti del progetto young: “Quattro giovani modi di guardare la realtà”

Giulia Testa, classe '95, sta frequentando il Progetto Young presso il teatro Donizetti di Bergamo, diretto da Fabio Comana di Teatro Erbamil. Ci racconta il secondo capitolo della loro collaborazione, Labirinti. In scena al monastero di Astino domenica 9 luglio e martedì 11 luglio

L’ultimo spettacolo a cui ho assistito, “Ifigenia, liberata” al Piccolo di Milano, mi aveva arricchita con una metafora icastica e preziosa: “Scrivere per il teatro è come creare dei labirinti. Sai che potrai perderti, che devierai infinite volte dal punto di partenza. Ma vuoi arrivare al centro”.

Da novembre sto frequentando il Progetto Young presso il teatro Donizetti di Bergamo, diretto da Fabio Comana di Teatro Erbamil. Ho conosciuto persone incredibili, attori sorprendenti. Questo articolo vorrebbe essere il mio omaggio a questi ragazzi e queste ragazze della nostra Bergamo, non così piccola come sembra.

Stiamo per presentare il secondo capitolo della nostra collaborazione, dal titolo Labirinti. Sarà uno spettacolo itinerante nello spazio, nei linguaggi, nei significati. È composto da quattro sketch apparentemente scollegati tra loro. In effetti i quattro argomenti cardine della rappresentazione sono il risultato di una domanda che il nostro maestro Fabio ci aveva fatto tempo fa: «Cominciare un nuovo spettacolo è come trovarsi di fronte ad una pagina bianca. Voi per cosa comincereste a scrivere? Quale necessità sentite adesso, anno domini 2017?».
Fra drammaturghe, attori e attrici ne sono emerse di necessità! Lavoro, dramma di scegliere, obiettivi della recitazione, incertezza sul futuro, dignità, rapporto tra attore e pubblico, ottimismo, ansie. Alla fine abbiamo selezionato quattro modi di guardare la realtà, quattro giovani racconti. Quattro labirinti in cui perdersi.
Voi vi perderete insieme a noi, nei nostri sguardi, nei nostri corpi, in una giungla di domande e di ombre. Gli attori sono bravissimi e so di dirlo con una buona dose di obiettività. Lavorare con persone creative è il miglior stimolo che un essere umano possa desiderare. Vivere per l’arte non è cosa semplice, ma vivere con passione è già abbastanza per sentirsi vivi fino alla fine, per stupirsi davanti ad ogni gesto.

progetto young_teatro donizetti

Compito del teatro è far emergere ciò che sedimenta dentro e sotto di noi, riportarlo in superficie, gettare luce in antri oscuri. Che cosa significa, veramente, scegliere? Ci interessano veramente le opinioni degli altri, che siano i nostri colleghi, i nostri cari o dei perfetti sconosciuti? Rispettiamo davvero la dignità altrui nella nostra breve, disastrata esistenza? Sappiamo cogliere il valore o ci fermiamo al prezzo? Viviamo con gli occhi aperti?
Tra poco vedrete (e vedremo) il risultato di questi mesi di lavoro, di riflessioni, di creazione, di elucubrazioni mentali, di ricerche. Lo vedrete nel corpo degli attori, sui loro volti – state attenti! Io li osservo sempre: come aggrottano le sopracciglia, come si forma quella ruga di fianco alle labbra, come posano i piedi per terra, come l’energia si trasmette di muscolo in muscolo, da voce a voce. E non so se sia una cosa carina o maniacale, guardarli così. Ma so che mi sento onorata di aver costruito dei labirinti con questi creat(T)ori. Mi hanno insegnato più di quanto pensano di sapere.
Ora non ci resta che trasmetterlo anche al pubblico.
Grazie, Progetto Young, per darci l’opportunità di creare mondi.
Grazie Fabio, Manuela, Joannes per aver viaggiato con noi.

Vi aspettiamo ad Astino

DOMENICA 9 LUGLIO
ore 21.00 (prima replica)
ore 22.15 (seconda replica)

MARTEDÌ 11 LUGLIO
ore 21.00 (prima replica)
ore 22.15 (seconda replica)

L’ingresso è GRATUITO. Per godere al meglio dello spettacolo, evitando attese e sovraffollamento, vi invitiamo a prenotare via e-mail (segreteria@erbamil.it), in modo da poter distribuire il pubblico nelle 4 repliche previste.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.