BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Da Trump all’ospedale Bambin Gesù di Roma: il mondo si mobilita per il piccolo Charlie

Il presidente degli Stati Uniti, il Papa, la direttrice dell'ospedale pediatrico della Capitale: tutti in campo per aiutare il bimbo di 10 mesi e i genitori

“Se possiamo aiutare il piccolo Charlie Gard, come i nostri amici in Gb e il Papa, saremmo felici di farlo”. Anche Donald Trump scende in campo per aiutare il bimbo di 10 mesi ricoverato al Great Ormond Street Hospital di Londra colpito dalla sindrome da deperimento mitocondriale, per il quale i dottori inglesi hanno deciso di sospendere le cure.

Non solo il presidente degli Stati Uniti: anche Mariella Enoc, presidente dell’Ospedale pediatrico Bambino Gesù, che è di proprietà della Santa Sede, ha offerto un aiuto concreto: “Ho chiesto al direttore sanitario di verificare con il Great Ormond Street Hospital di Londra, dove è ricoverato il neonato, se vi siano le condizioni sanitarie per un eventuale trasferimento di Charlie presso il nostro ospedale. Sappiamo che il caso è disperato e che, a quanto risulta, non vi sono terapie efficaci”.

E anche Papa Francesco si è espresso sulla vicenda, prima con un tweet (“difendere la vita umana, soprattutto quando è ferita dalla malattia, è un impegno d’amore che Dio affida ad ogni uomo”), e poi con le parole del direttore della Sala Stampa Vaticana, Greg Burke “Il santo Padre segue con affetto e commozione la vicenda del piccolo Charlie Gard ed esprime la propria vicinanza ai suoi genitori. Per essi prega, auspicando che non si trascuri il loro desiderio di accompagnare e curare sino alla fine il proprio bimbo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.