BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il benessere dei dipendenti? Alla Sonzogni Camme è priorità dal 1964 foto

La costante attenzione al benessere dei propri dipendenti, mai venuta meno e diventata un vero e proprio marchio di fabbrica, sancito quest’anno dalla vincita del premio nazionale PMI Welfare Index, come prima classificata nella categoria industria

È come un’auto che esce dalla fabbrica già full optional. Così la Sonzogni Camme, azienda storica di Treviglio poi migrata a pochi chilometri di distanza, in più ampi spazi a Fara Gera d’Adda, è nata con il welfare incorporato. Era il 1964 ed allora non si sapeva bene cosa fosse, soprattutto in Italia dove l’inglese era per pochi iniziati.

I fratelli Giancarlo e Bruno Sonzogni avevano appena dato corpo alla loro intuizione tecnologica, quella di costruire un particolare cilindro guida fila scanalato, elemento chiave dell’allora diffusissima industria tessile, prodotto per mezzo di una più accurata lavorazione di tornitura piuttosto che con la normale fresatura. E contemporaneamente inauguravano quella costante attenzione al benessere dei propri dipendenti, mai venuta meno e diventata un vero e proprio marchio di fabbrica, sancito quest’anno dalla vincita del premio nazionale PMI Welfare Index, come prima classificata nella categoria industria.

Sonzogni Camme

All’inizio erano le telefonate di supporto ai dipendenti assenti per lunghi periodi di malattia e o maternità e l’aiuto in caso di difficoltà, oppure la conservazione del posto di lavoro al di là dei limiti di legge, anche dopo lunghe assenze, reintegro facilitato, nel tempo si sono aggiunti la concessione in automatico del part-time, la creazione di posti in job sharing, la retribuzione maggiorata per le trasferte e per le festività, l’erogazione del trattamento di fine rapporto oltre i limiti di legge e molti altri piccoli grandi vantaggi, dalle convenzioni sanitarie alla possibilità di ricevere pacchi sul lavoro, che hanno dato corpo al nucleo iniziale. Un insieme via via cresciuto e confermato, diventato vera azione globale, a cui nel 2018 potrebbe essere aggiunto un altro tassello: in progetto c’è l’erogazione di contributi per i dipendenti che intendono proseguire studi tecnici superiori o universitari.

Nel complesso si tratta di azioni coordinate che hanno fruttato l’attribuzione di tutte le cinque W del sistema di valutazione del premio Welfare Index e la qualifica di Welfare champion proprio grazie all’ampio spettro di interventi indirizzati alla previdenza, alla sicurezza, al sostegno all’istruzione di figli e familiari, alle polizze assicurative, alla formazione per i dipendenti. A tutto ciò si aggiungono erogazioni a onlus e a enti benefici distribuiti sul territorio e i contributi al centro di formazione Enfapi di Treviglio.
Il premio Welfare Index fa mostra di sé insieme alla prima macchina realizzata nella hall dell’azienda. Ma non si tratta solamente di una bella targa.

“Così come molte altre piccole e medie imprese – sottolinea Manuel Guerrero, amministratore delegato – fatichiamo a trovare personale altamente qualificato che fa per noi e i nostri benefit in ambito welfare ci aiutano ad essere più attrattivi, soprattutto perché non sono di facciata ma sono pienamente coerenti con la storia dell’azienda e gli intendimenti dei suoi fondatori”.

Sonzogni Camme

Di origine spagnola, con esperienze costruite in molte parti del mondo, Manuel Guerrero è lui stesso stato attratto dalla buona fama dell’azienda, di cui era cliente, e l’ha scelta per il suo rientro in Europa, dopo un lungo periodo in Australia. La scommessa attuale è quella di adattare intelligentemente criteri e metodologie da multinazionale in una realtà molto avanzata ma di piccole dimensioni come la Sonzogni Camme. Azienda di proprietà famigliare, di circa settanta dipendenti, un fatturato di quasi 10 milioni di euro realizzato con la produzione di componenti per il moto delle macchine in settori come l’industria alimentare, il farmaceutico, il packaging, sempre più attiva nella coprogettazione e nella produzione di macchine complete, sta affrontando la sfida della transizione da un ambiente di meccanica pura, glorioso ma che rischia di diventare obsoleto, alla elettromeccanica o meccatronica. Un passaggio delicato perché la camma è un componente meccanico al 100% estremamente preciso ma adatto a un singolo utilizzo a cui si intende aggiungere la flessibilità tipica dell’elettronica.

Parallelamente l’azienda punta a far crescere l’export, che copre una quota del 30% delle vendite totali, grazie anche ad un progetto di internazionalizzazione focalizzato sul continente europeo e supportato da Confindustria Bergamo.

Sonzogni Camme

“Per facilitare questi passaggi – aggiunge Guerrero – servono nuovo competenze e tanta formazione interna. Abbiamo bisogno di progettisti, di ingegneri meccanici e specialisti della movimentazione con solida preparazione a cui va aggiunta un’attenzione estrema all’accuratezza delle realizzazioni che è da sempre la caratteristica vincente della Sonzogni Camme e in generale del nostro settore”.

Rapporti con i dipendenti solidi e duraturi, fidelizzazione, senso di appartenenza, e, in definitiva, buona reputazione sono alcuni dei risultati che una costante e non improvvisata attenzione al benessere dei dipendenti porta con sé e che contribuisce ad attrarre e trattenere i migliori dipendenti. L’ultimo esempio, l’assunzione di un giovane ingegnere meccanico convinto a firmare il contratto anche grazie al sostanzioso background aziendale di welfare.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.