BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Fondazione Comunità Bergamasca: “Nuova sede per un sogno che continua” foto

La Fondazione della Comunità Bergamasca trasloca in Viale Papa Giovanni XXIII 21: dal presidente della Fondazione Cariplo Giuseppe Guizzetti il grazie a Carlo Vimercati, per aver creduto da subito nel progetto.

Inizia giovedì 29 giugno un nuovo capitolo della storia della Fondazione della Comunità Bergamasca, con l’inaugurazione della nuova sede di Viale Papa Giovanni XXIII 21: non solo base operativa per assolvere alla propria missione ma anche galleria d’arte grazie alla consistente donazione di opere di artisti bergamaschi in bella mostra nei nuovi spazi, a partire dall’affresco “Il lavoro bergamasco” di Pasquale Arzuffi. 

Presenti al taglio del nastro tutte le autorità civili, militari ed ecclesiastiche della comunità bergamasca, ringraziate singolarmente dal presidente della Fondazione Carlo Vimercati: “Siamo felici di questa forte affluenza – ha sottolineato – Per questa nuova location dobbiamo ringraziare il Banco Bpm: da qui vogliamo continuare la nostra attività, consci di non poterci sostituire allo Stato ma di poter essere realtà sussidiaria importante”. 

A ricordare i passi più importanti della fondazione è stato invece Enrico Fusi, membro del comitato esecutivo: “Quando a settembre 2015 ci siamo incontrati per fare un bilancio sui primi nostri 15 anni di attività abbiamo ricordato come in un primo momento la nostra realtà fosse quella che sembrava più in difficoltà nella definizione di questo progetto. A 15 anni di distanza, invece, il suo ruolo è determinante e tutto il territorio ne riconosce l’importanza fondamentale. Al punto tale da essere beneficiaria di una donazione, di quelle che di solito ricevono le amministrazioni o le realtà ecclesiastiche: è diventata un’istituzione garante della storia che oltre al ruolo erogativo ha anche recuperato questa reputazione. Delle opere donate è stato redatto un catalogo che vorremmo finisse in tutte le biblioteche. Oggi possiamo dire che la Fondazione della Comunità Bergamasca è un sogno che continua”. 

Un sogno che, riportando le parole del presidente della Fondazione Cariplo Giuseppe Guizzetti,  “Porta il nome e il cognome di Carlo Vimercati. Quando stavamo muovendo i primi passi nei vari territori lombardi – ha spiegato – Bergamo fu la provincia dove incontrammo il maggior scetticismo, dove addirittura qualcuno ci disse che stavamo perdendo tempo. Parallelamente, però, c’è stato chi ci ha creduto fortemente e con tenacia ed è l’amico Carlo. E alla funzione erogativa originaria delle fondazioni oggi siamo impegnati in importanti sperimentazioni nel settore sociale, arrivando anche a immaginare e muovere i primi passi verso un welfare di base di comunità e innovazione sociale. Le comunità stanno rispondendo positivamente, non possiamo arrenderci di fronte alla crisi dello stato sociale”.

 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.