Lo studio

Asma e allergie respiratorie? La scienza consiglia di bere Gin Tonic

Una ricerca scientifica può fare la felicità degli amanti del gin tonic che soffrono di problemi alle vie respiratorie

Una ricerca scientifica può fare la felicità degli amanti del gin tonic che soffrono di problemi alle vie respiratorie. Secondo i risultati di uno studio condotto dalla Asthma UK – l’ente britannico che studia e diffonde informazioni riguardo l’asma -, infatti, il long drink di origine inglese avrebbe l’effetto di alleviare i sintomi della febbre da fieno e dell’asma, donando sollievo a chi viene colpito da questa forma di rinite allergica.

Se la febbre da fieno comporta l’arrossamento degli occhi, l’impossibilità di respirare bene e colpi di tosse ripetuti, con un buon bicchiere di gin tonic si dovrebbe stare decisamente meglio. Ma attenzione: il medesimo effetto non si ottiene se si beve un altro tipo di alcolico.

Perché, allora, il gin tonic è diverso? La motivazione è che i distillati – quali gin e vodka – hanno un contenuto relativamente basso di istamine. Tra gin e vodka, poi, chi è affetto da febbre da fieno e asma dovrebbe preferire il primo (a meno che la vodka non sia assoluta), poiché grazie al suo particolare processo di distillazione è totalmente privo di solfiti.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI