Quantcast
Ai domiciliari per spaccio di droga, maltratta i familiari: 43enne in manette - BergamoNews
A romano di lombardia

Ai domiciliari per spaccio di droga, maltratta i familiari: 43enne in manette

Per evitare che la situazione degenerasse il giudice ha revocato gli arresti domiciliari all'uomo, portato giovedì 22 giugno nel carcere di Bergamo

È stato arrestato e portato in carcere dai carabinieri di Romano di Lombardia il 43enne marocchino destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Tribunale di Urbino. Lo straniero, agli arresti domiciliari in Romano di Lombardia presso l’abitazione dei familiari, il tutto dopo un precedente arresto per spaccio di sostanze stupefacenti, nei giorni scorsi, avrebbe iniziato ad avere un comportamento insofferente nei riguardi sia della moglie che dei figli minorenni conviventi. Diversi, difatti, gli interventi svolti dai militari per riportare alla calma la situazione difficile all’interno della casa.

Da tutto ciò sono quindi scaturite alcune segnalazioni fatte dai carabinieri di Romano di Lombardia all’autorità giudiziaria competente che ha così emesso nella giornata di giovedì 22 giugno la revoca della misura degli arresti domiciliari in quanto da sostituire con il carcere, per evitare appunto che tale problematica degenerasse ulteriormente e venisse portata ad ulteriori conseguenze.

Il 43enne ora si trova in carcere a Bergamo.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI