BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Carta d’identità elettronica da lunedì a Bergamo: come prenotarla e come averla

La prenotazione sarà obbligatoria per tutti i cittadini che vorranno rinnovare il documento, anche mantenendolo cartaceo. L'assessore Angeloni: "Il mio grazie agli impiegati comunali"

Le prove hanno funzionato alla perfezione: da lunedì 26 giugno si fa sul serio con la carta d’identità elettronica, ormai arrivata anche a Bergamo.

Carta d'identità elettronioca

Dall’inizio di giugno, da quando la sperimentazione è iniziata tra gli impiegati comunali, sono già stati emessi circa 180 documenti digitali. Da lunedì 26 la carta d’identità elettronica sarà proposta a tutti i cittadini che si recheranno agli sportelli per il rinnovo della loro.

Con una novità non indifferente: vista la grande mole di lavoro prevista per gli impiegati comunali (che, di fatto, si trovano di fronte a un lavoro del tutto nuovo per loro) da lunedì 26 le nuove carte d’identità (sia elettroniche, sia cartacee) verranno emesse solo su appuntamento.

“Prenotarsi sarà semplicissimo e i cittadini lo potranno fare direttamente dal sito istituzionale del Comune di Bergamo – spiega l’assessore all’Innovazione Giacomo Angeloni -. Si prenoteranno e riceveranno la conferma via mail, con tutte le istruzioni del caso: a quale sportello rivolgersi, a quale orario presentarsi, cosa portare e, addirittura, quanto sarà lunga l’attesa”.

Si può prenotare anche telefonicamente chiamando il numero 035 399342.

La nuova carta d’identità elettronica ha una duplice utilità: serve ovviamente ai fini dell’identificazione, ma a può essere utilizzata per richiedere una identità digitale sul sistema Spid (Sistema pubblico di identità digitale). Lo SPid, utilizzato assieme al nuovo documento di identità, garantisce l’accesso ai servizi erogati dalle pubbliche amministrazioni.

“Secondo quanto riferito dal Ministero in sei giorni lavorativi la nuova carta d’identità arriverà a casa – continua Angeloni -, ma al sottoscritto è arrivata in quattro, senza intoppi. Ai cittadini interessati al documento digitale chiediamo prima di tutto un po’ di pazienza: gli impiegati comunali stanno facendo un grande sforzo per farsi trovare pronti, ma si tratta comunque di un lavoro nuovo per tutti loro”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.