L'intesa

Accordo tra Aziende sanitarie di Treviglio e Bergamo: cura sinergica dei cardiopatici

Nella mattina di martedì 20 giugno si è tenuto un prezioso appuntamento all’interno dell’Ospedale di Treviglio. Il Direttore dell’ASST Bergamo Ovest Elisabetta Fabbrini e il Direttore dell’ASST Papa Giovanni XXIII Carlo Nicora hanno siglato un’importantissima intesa tra le due realtà sanitarie che servono quasi mezzo milione di cittadini bergamaschi e non solo. Grazie a questo accordo verrà dato il via ufficialmente al progetto di rete che permetterà ai pazienti cardiopatici di Treviglio e limitrofi di utilizzare in sinergia le competenze e le strutture dei due ASST avendo accesso anche all’unità di cardiochirurgia dell’ospedale bergamasco, vero fiore all’occhiello della medicina lombarda e nazionale.

Grazie a questa intesa l’unità chirurgica, presente nel “Papa Giovanni” e diretta da Lorenzo Galletti, attiverà un canale diretto con il reparto di cardiologia di Treviglio, diretto da Paolo Sganzerla, con cui ci sarà un dialogo costante e un’assistenza mirata a pazienti che necessitano di operazioni o interventi al cuore. D’altro canto i pazienti, durante il periodo post operatorio potranno usufruire dei servizi di riabilitazione e supporto offerti dall’ASST Bergamo Ovest, in modo da ricevere un’assistenza a 360 gradi in grado di coprire tutte le fasi della malattia.

“La nostra azienda ha una vocazione territoriale molto forte – dichiara Elisabetta Fabbrini, Direttore generale dell’ASST Bergamo ovest – Se vogliamo davvero prenderci cura a 360 gradi dei nostri pazienti, dobbiamo ricercare sinergie con strutture d’eccellenza nelle specialità che non abbiamo, come la cardiochirurgia. Rispettando la libertà di scelta nel paziente, i nostri cardiologi proporranno, quando necessari, un percorso di cura unitario che vedrà un iter diagnostico condiviso, un intervento al Papa Giovanni e la riabilitazione nella nostra struttura di Romano”.

“In provincia la nostra è l’unica cardiologia in una struttura pubblica – spiega Carlo Nicora, Direttore generale dell’ASST Papa Giovanni XXIII – Grazie a una terapia intensiva dedicata e alla stretta collaborazione con le altre unità del Dipartimento cardiovascolare siamo in grado di trattare a livello di eccellenza tutte le patologie cardiovascolari, offrendo ogni possibilità di cura, fino al trapianto. La collaborazione con l’ASST Bergamo ovest è un passo nella giusta direzione per offrire percorsi integrati di diagnosi, cura e follow-up ai pazienti di un territorio più vasto”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI