BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La bellezza della quotidianità: Bussola e Mazzariol si raccontano a Treviglio

L’iniziativa “In ... Chiostro”, che prevedeva una serie di incontri d’autore presso l’auditorium della biblioteca di Treviglio, si è conclusa nel pomeriggio di sabato 10 con Matteo Bussola e Giacomo Mazzariol.

L’iniziativa “In … Chiostro”, che prevedeva una serie di incontri d’autore presso l’auditorium della biblioteca di Treviglio, si è conclusa nel pomeriggio di sabato 10 con Matteo Bussola e Giacomo Mazzariol.

Si tratta di due scrittori emergenti: il primo ha iniziato nel 2008 scrivendo sul suo profilo privato di Facebook dei post a proposito della sua vita quotidiana e del rapporto con le figlie e la compagna; il secondo ha raggiunto la popolarità caricando su YouTube un simpatico video, intitolato “The simple interview”, girato con il fratello affetto dalla sindrome di Down.

La moderatrice Annarita Briganti, dopo aver presentato i due scrittori come “i meno cinici che abbia mai conosciuto”, li ha intervistati chiedendo come siano riusciti a scrivere su loro stessi e cosa abbiano imparato dalla loro esperienza di padre o di fratello. Giacomo, autore di “Mio fratello rincorre i dinosauri”, ha spiegato come la difficoltà maggiore sia stata quella di focalizzarsi sui dettagli senza cercare grandi storie, ma descrivendo la sua semplice quotidianità. Scherzando Matteo ha parlato, invece, del suo “Notti in bianco, baci a colazione”, basato sui suoi post, come unico caso di “libro scritto all’insaputa dello scrittore” avendo sempre e solo considerato Facebook come un continuum con i diari che tiene fin da quando era bambino per riflettere su se stesso. Giacomo ha poi aggiunto e sottolineato come al centro del suo libro non ci sia suo fratello in quanto malato, ma in qualità della persona che più ha rivoluzionato la sua vita: “non ho scritto il libro perché mio fratello è Down, ma perché è un bomber!”

Da una parte, uno scrittore per caso che impara tutti giorni dai gesti semplici e banali delle figlie, innamorato della compagna perché “l’amore è stare lì” ossia essere presenti nella quotidianità anche quando non accade nulla di speciale, accorgersi di quello che si ha ed esserne grati. Dall’altra parte, un ragazzo esuberante, pieno di progetti, scherzoso e pronto a rispondere con la giusta leggerezza e con una battuta quando serve. Parlano entrambi con un linguaggio semplice e schietto, e sono accomunati dalla passione per la scrittura che per Matteo è sempre stata presente nella sua crescita personale come una forma di comunicazione e dialogo che ora si è ripromesso di non cambiare nonostante il successo; per Giacomo una scoperta più recente per cui, grazie alla stesura del libro, è nata una vera e propria passione.

L’incontro si è concluso con il reading di due brani del libro di Mazzariol, tra cui uno letto dallo stesso Bussola che lo ha proposto, e con le domande di alcune lettrici che hanno ringraziato gli autori per la semplicità e per il messaggio di amore che i loro scritti trasmettono. Al termine della presentazione, gli scrittori si sono resi disponibili per gli autografi ai numerosi presenti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.