BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Periferie, Elena Boschi: “Brava Bergamo, hai colto spirito e filosofia del bando” foto

Il sottosegretario alla presidenza del consiglio Maria Elena Boschi plaude alla città di Bergamo, tra le prime a iniziare un percorso di riqualificazione per le periferie: "Zone dove il tessuto sociale va ricostruito, con la cultura, lo studio e l'integrazione"

“Rigenerare le periferie: innovare le Città. Dal bando alla strategia”: questo il titolo del convegno di due giorni organizzato da Anci (Associazione Nazionale Comuni Italiani), Presidenza del Consiglio dei Ministri e Comune di Bergamo, sul tema della riqualificazione delle periferie, a Bergamo nelle giornate di martedì 6 e mercoledì 7 giugno 2017.

elena boschi periferie

Il Bando Periferie è stato varato dal Governo lo scorso anno per finanziare progetti di riqualificazione delle zone periferiche delle città. Il Comune di Bergamo, grazie al suo progetto “Legami urbani”, si è aggiudicato 18 milioni di euro, per progetti che riguardano, tra gli altri, la rifunzionalizzazione della ex Centrale di via Daste e Spalenga nel quartiere di Celadina, la connessione tra la parte nord e sud del quartiere di Grumello del Piano e la riconversione del vecchio palaghiaccio nel quartiere della Malpensata.

La giornata di martedì 6 ha visto un momento di dialogo aperto ai tecnici ed ai funzionari pubblici coinvolti nei progetti finanziati dal bando periferie, anche con l’intervento di alcuni esperti di ANCI, sul tema della rigenerazione e dell’innovazione urbana.

Mercoledì, invece, il convegno pubblico aperto a sindaci, amministratori locali, funzionari, dirigenti pubblici, operatori privati ed anche alla cittadinanza, al fine di sviluppare una nuova strategia nazionale per la rigenerazione e l’innovazione urbana in grado di superare l’episodicità degli interventi.

Boschi

Aperto dal sindaco di Bergamo Giorgio Gori, il dibattito ha avuto nell’intervento del sottosegretario alla presidenza del consiglio Maria Elena Boschi il suo momento più importante: “Vogliamo aiutare, incoraggiare e spingere tutti quei Comuni, come Bergamo, che hanno colto lo spirito e la filosofia del nostro bando. Il bando è stato fatto per iniziare un percorso urgente, per questo è stato stabilito un investimento importantissimo per le periferie”.

Boschi

Le periferie non devono più subire la lontananza, l’abbandono e il degrado, e per aiutarle serve una maggiore condivisione anche per la comunità che ci vive. Basta isolamento e solitudine. Il tessuto sociale delle periferie va ricostruito. Come? Con la cultura, lo studio e l’integrazione. La sicurezza nasce proprio da qui: chi non si sente parte di una comunità tende a isolarsi sempre di più. E da odio nasce odio: il terrorismo è figlio anche di questo problema. “La partecipazione di Bergamo al bando per le periferie è il segnale della coerenza dell’amministrazione Gori nei confronti delle promesse fatte in campagna elettorale. Io c’ero alla chiusura nel 2014 e ricordo che Giorgio parlò molto della riqualificazione delle periferie, della cittadinanza attiva anche fuori dal centro. Questi progetti renderanno le nostre città più nuove e belle, ci faranno ritrovate il gusto e la voglia di fare comunità”.

Boschi

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.