BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Busta con proiettile al consigliere, solidarietà dal Coordinamento di sinistra: “Indignati”

Il Coordinamento delle liste civiche e di sinistra, attraverso il consigliere comunale di Alzano Viva Simonetta Fiaccadori, esprime la propria vicinanza a Massimo Morstabilini

“Siamo vicini a Massimo ed esprimiamo pubblicamente, insieme alla nostra solidarietà, la nostra profonda indignazione”. Il Coordinamento delle liste civiche e di sinistra, attraverso il consigliere comunale di Alzano Viva Simonetta Fiaccadori, esprime la propria vicinanza a Massimo Morstabilini, consigliere di minoranza a Clusone e Capogruppo della lista ClusoneViva, a cui dieci giorni fa è stata recapitata una busta con all’interno un proiettile di pistola.

La busta è stata fatta pervenire allo studio professionale dell’ingegnere Morstabilini. All’interno, oltre al proiettile, un messaggio minatorio il cui contenuto fa riferimento alle posizioni contrarie espresse dal consigliere sulla riconversione dell’ex Mirage, il cinema di Clusone. Il messaggio pare sia stato recapitato pochi giorni dopo un Consiglio comunale particolarmente acceso sull’argomento. Per cercare di fare luce su quanto accaduto sono in corso le indagini dei carabinieri.

“Oggi si riuniva il Coordinamento delle liste civiche e di sinistra che lavorano con il Consigliere Provinciale Federica Bruni – scrive Fiaccadori – . Attorno al tavolo mancava uno dei componenti del gruppo di lavoro: Massimo Morstabilini della Lista Civica Clusone Viva. Massimo è stato oggetto di una violenta e inaccettabile intimidazione: ha ricevuto da anonimi un proiettile in busta chiusa. Gli siamo vicini ed esprimiamo pubblicamente, insieme alla nostra solidarietà, la nostra profonda indignazione. Il valore della politica, in particolare quella civica, come servizio alla comunità va difeso da tutti come irrinunciabile per il vivere civile”.

Solidarietà a Morstabilini era stata espressa anche dal parlamentare bergamasco del Pd Antonio Misiani:”Si può discutere in modo accalorato e aspro, la vita politica è anche questo – le sue parole -. Una minaccia di tal genere, invece, esula completamente dall’attività politica-amministrativa. Lo stile del gesto assomiglia più allo stile mafioso. Spetta agli inquirenti stabilirne le motivazioni e ad individuare i responsabili. Noi invece esprimiamo massima solidarietà e vicinanza politica a Massimo Morstabilini”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.