BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Aiutano i cristiani in Siria, premiata la famiglia Ravasio di Bonate Sotto

Famiglia Cristiana ha dedicato una copertina alla numerosa famiglia Ravasio di Bonate Sotto -Giuseppe, Elisabetta e i figli Alessandra, Mauro, Giacomo, Emanuele, Chiara- premiati per il loro sostegno alle famiglie di Aleppo

Più informazioni su

Alla famiglia Ravasio di Bonate Sotto l’Italian Fundraising Award 2017. Giuseppe ed Elisabetta – i genitori – ed Alessandra, Mauro, Giacomo, Emanuele, Chiara – i figli – sono stati premiati come donatori dell’anno, accettando di ritirare il premio – come confidano a Famiglia Cristiana che ha dedicato loro una copertina qualche settimana fa- “in rappresentanza di altre diecimila famiglie che, come noi, hanno donato un po’, poco o tanto, del loro per aiutare le famiglie di Aleppo nella campagna “Cristiani in Siria””.

Famiglia Ravasio

 

L’Italian Fundraising Award, l’unico premio italiano dedicato a coloro che operano nella raccolta fondi e creato per diffondere la cultura del dono, ogni anno evidenzia storie emblematiche di donazione e quest’anno ha voluto raccontare la storia di impegno e generosità della numerosa famiglia bergamasca, particolarmente sensibili alle persone che si trovano in difficoltà. “C’è sempre chi sta peggio di te e quindi, se hai la possibilità, aiuta lui prima di buttare soldi” a guidare le scelte della famiglia di Bonate Sotto.

Fare i turni in bagno la mattina perché ce n’è uno solo, dare una mano dopo cena perché in meno di un’oretta sia tutto a posto e ci si possa dedicare alle attività serali, dividersi i compiti la domenica mattina è la quotidianità della famiglia Ravasio raccontata a Famiglia Cristiana. E i figli che da quando lavorano danno interamente il loro stipendio in casa su un conto condiviso gestito da Giuseppe, tenendo per sé soltanto l’equivalente di una piccola mancia per gli extra.

Da dicembre del 2015 la famiglia Ravasio ha adottato una famiglia siriana. Rispondendo all’invito di papa Francesco ad accogliere una famiglia di profughi, Giuseppe ed Elisabetta hanno sposato la campagna promossa da Famiglia Cristiana con la fondazione Giovanni Paolo “Adotta una famiglia” aiutando le mamme di Aleppo perché possano sopravvivere nella propria terra e coinvolgendo, con i loro figli, parenti, amici e la parrocchia.

La famiglia Ravasio – nella motivazione della giuria – “è una storia rappresentativa di tutti quei piccoli donatori che con il loro costante impegno svolgono una attività importante e capillare nelle realtà di prossimità per le quali la presenza continuativa garantisce la sopravvivenza. Il premio vuole sottolineare proprio la possibilità di gestire e organizzare le attività non profit anche contando sui contributi di coloro che non possono mettere a disposizione grandi risorse, ma che donano senza risparmio il loro impegno e per questo meritano il massimo riconoscimento italiano del fundraising”.

“Con il premio alla Famiglia Ravasio abbiamo voluto simbolicamente premiare tutti i donatori italiani che aderiscono agli appelli di raccolta fondi. Quei milioni di eroi quotidiani che difficilmente troverebbero spazio in questa tipologia di iniziative ma che invece rappresentano le fondamenta su cui poggiano tutte le nostre organizzazioni. Guidati da senso civico e spirito filantropico, la somma complessiva dei loro singoli sostegni costituisce la parte più importante su cui possono contare le organizzazioni non profit, permettendo di portare avanti con continuità progetti a beneficio di intere comunità”.

(foto di Ugo Zamborlini)

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.