BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Centraline in Val Vertova, dove siamo rimasti? Se ne parla il 22 giugno

Il Comitato “Val Vertova Bene Comune” continua la sua campagna informativa e invita ad un una nuova assemblea pubblica che si terrà giovedì 22 giugno a Vertova

A che punto è l’iter per la realizzazione delle centraline idroelettriche in Val Vertova? Dopo il “No” nei mesi scorsi da parte della Provincia di Bergamo , ente competente per il rilascio delle autorizzazioni, la società ha presentato ricorso. Nel frattempo il Comitato “Val Vertova Bene Comune” sta continuando la sua campagna informativa e invita ad un una nuova assemblea pubblica che si terrà giovedì 22 giugno a Vertova. 

“Nei mesi scorsi oltre 11.000 cittadini hanno sottoscritto una petizione perché gli Enti competenti (Provincia e Comuni di Vertova e Gazzaniga) nell’avvalersi delle loro prerogative, tenessero conto della volontà di salvare la Valle Vertova come patrimonio della comunità – si legge in comunicato del Comitato -. La Valle Vertova rimane una delle poche valli incontaminate con una presenza di biodiversità di notevole valore e con acque che per la loro purezza sono riconosciute dalla Regione Lombardia come “Buone” nella pianificazione dei corpi idrici”.

Il risultato è stato che la Provincia ha negato l’autorizzazione alla realizzazione delle centraline, segnando una importante vittoria che, al momento, è stata considerata definitiva. Nel frattempo però l’immobiliare 1° Sole ha presentato il ricorso al Tribunale delle Acque per impugnare la decisione della Provincia. Tale tribunale si esprimerà a settembre.

In questi mesi il Comitato ha predisposto un documento con due obiettivi: aumentare i livelli di tutela per inibire altri appetiti di sfruttamento della Valle Vertova e formulare proposte per la valorizzazione di questa risorsa naturale.

“Il documento che abbiamo preparato – continua il Comitato – è stato inoltrato ai Comuni di Vertova e Gazzaniga, con la richiesta di un incontro per discutere le proposte. Purtroppo, nonostante un sollecito, le due amministrazioni non hanno aderito alla richiesta, non rispondendo alle nostre due lettere. Ritenendo indispensabile mantenere i cittadini informati, si è deciso di indire un’assemblea pubblica”.

L’appuntamento è alle 20.30, nella Sala Sala Polivalente della Fondazione Gusmini.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.