BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Francesco Totti, la fine di un mito (molto costoso)

Domenica 28 maggio il numero 10 della Roma ha chiuso la sua lunga carriera con il club capitolino, dopo 25 stagioni di successi e vittorie. Ma quanto è costato alla Roma? E che giro d’affari ha portato in questo arco di tempo?

Più informazioni su

Domenica 28 maggio il numero 10 della Roma ha chiuso la sua lunga carriera con il club capitolino, dopo 25 stagioni di successi e vittorie.

Ma quanto è costato alla Roma? E che giro d’affari ha portato in questo arco di tempo?

Totti ha esordito nella stagione 1992/1993, quando aveva ancora 16 anni. Da quel momento, secondo gli archivi e bilanci, la società ha versato al giocatore circa 86 milioni di euro, tra stipendio e diritti d’immagine. La stagione in cui ha guadagnato maggiormente è stata quella 2005/2006, anno in cui ha vinto i mondiali di calcio con l’Italia, fino ad arrivare alla stagione corrente con 1,2 milioni di euro netti.
Per quanto riguarda invece gli incassi che ha generato, le stime parlano di 50 milioni solo per le magliette (più di 900 000), che sono tutt’oggi le più vendute, e anche di molto: il rapporto con un altro giocatore molto apprezzato come Nainggolan rimane di 10 a 1. Non bisogna inoltre dimenticare tutti gli sponsor a cui Francesco si è legato negli anni (e di conseguenza anche la Roma), ad esempio Vodafone, Fiat, Lottomatica, Nike, ecc.

Totti, in diversi momenti della sua vita, avrebbe potuto cambiare squadra, con anche la possibilità di stipendi molto più sostanziosi, ma a conti fatti è stato conveniente non abbandonare la capitale. Il suo mondo economico, infatti, non ruota solo intorno al mondo calcistico, ma possiede anche sette società con varie finalità, dall’agenzia immobiliare all’organizzazione di eventi, passando per holding di famiglia. Secondo le stime stilate dal quotidiano “Repubblica”, l’impero di Totti avrebbe un fatturato di circa 3 milioni di euro l’anno, che non si fermerà con il suo ritiro.

Anzi, non dovendo giocare, potrà dedicarsi a tempo pieno ad altre attività, come la “Totti Soccer School”, creata nel 2003 che vanta più di 500 iscritti. Non bisogna inoltre dimenticare che da parecchi anni Totti è anche una star televisiva: diverse sono le sue partecipazioni a programmi e show come “Ballando con le stelle” o “C’è posta per te”, in cui ha ricevuto grande favore da parte del pubblico, anche grazie alla sua verve e semplicità. Ha infine scritto diversi libri sia sul calcio (come “Mo’ je faccio er cucchiaio”) sia raccolte di barzellette (ad esempio “ Nuove barzellette su Totti”), che hanno occupato i primi posti dei libri più venduti.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.