BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Palafrizzoni: “La Cisl sbaglia bersaglio, Orio collabori alla grande Bergamo”

In riferimento al comunicato inviato da Cisl Bergamo in merito alla possibile assenza di agenti della Polizia Locale allo scalo aeroportuale di Bergamo Orio Al Serio, PalaFrizzoni fa le sue precisazioni

In riferimento al comunicato (leggi qui) inviato nella mattina di lunedì 29 maggio da Cisl Bergamo in merito alla possibile assenza di agenti della Polizia Locale allo scalo aeroportuale di Bergamo Orio Al Serio, Palazzo Frizzoni precisa alcuni aspetti fondamentali.

“In primo luogo il Comune di Bergamo ha risposto al Comune di Orio sul rinforzo della dotazione di agenti al Caravaggio nell’ambito di una più ampia progettualità: Bergamo ha infatti proposto di approvare il protocollo “grande Bergamo“, già sottoscritto da diversi Comuni dell’hinterland e nel cui accordo attuativo sulla Polizia non solo è compresa la possibilità di collaborazione, ma è anche prevista a un costo minore di 1 euro l’ora rispetto al precedente accordo. Il Comune di Orio non ha accolto, fino ad ora, la proposta.

Non solo: non sottoscrivendo l’accordo con Bergamo, che garantirebbe un’area urbana efficiente e collaborativa, Orio sta infatti spendendo più denaro pubblico per rimborsare i Comuni che man mano vengono ingaggiati per garantire agenti di Polizia Locale al presidio dell’aeroporto. Risulta pertanto evidente quanto la volontà di realizzare la visione della Grande Bergamo stia proprio nelle intenzioni del Comune di Bergamo.

La Cisl sbaglia evidentemente bersaglio. E lo fa per ben due volte, non pensando che il primo obiettivo del Comune di Bergamo deve essere quello di garantire servizi di qualità sul territorio del proprio Comune. Stupisce e preoccupa che per la Cisl un’auto della Polizia Locale a presidio di un’area delicata significhi marketing o comunicazione: la collaborazione di Bergamo con lo scalo di Orio, non può essere una questione di marketing o mediatica, ma deve avere un unico obiettivo, quello di migliorare la viabilità e la sicurezza del terzo aeroporto italiano.

Si tratta di un impegno che il Comune di Bergamo può garantire, nonostante il numero ristretto di agenti a disposizione, anche grazie alla riorganizzazione del Comando di Polizia Locale voluto due anni or sono dall’Amministrazione per ovviare il blocco del turnover imposto dalla legge nazionale. Il Comune di Bergamo attende quindi con fiducia risposta alla proposta di collaborazione formalizzata al Comune di Orio, chiedendo nel frattempo agli esponenti del sindacato Cisl di informarsi meglio”.

“La CISL è bene informata – replica il sindacato – e come dice anche il Sindaco di Orio,  nessuna risposta è giunta dal comune di Bergamo, tantomeno una proposta economicamente vantaggiosa.
Se Orio sta spendendo più denaro pubblico, a quanto ci consta sapere è perché Bergamo non ha proseguito nella collaborazione, per una serie di ragioni che forse ci sfuggono, ma che ci sono…
Per quanto riguarda poi il marketing, stupisce che, se “la collaborazione di Bergamo con lo scalo di Orio, deve avere l’ unico obiettivo di migliorare la viabilità e la sicurezza del terzo aeroporto italiano”, questo obiettivo non si sia raggiunto per volere di Bergamo… una bella operazione mediatica, non c’è che dire”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.