BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Mercati più ordinati, quartieri più vivibili: cambiano le regole in città

Succede a Bergamo, o meglio succederà da giugno quando tutte le aree designate per i mercati, grazie alla modifica del regolamento comunale per l'esercizio del commercio su aree pubbliche, cambieranno faccia.

Mercati cittadini più ordinati, quartieri più vivibili anche durante la presenza delle bancarelle. Succede a Bergamo, o meglio succederà da giugno quando tutte le aree designate per i mercati, grazie alla modifica del regolamento comunale per l’esercizio del commercio su aree pubbliche, cambieranno faccia.

Il nuovo articolo 19 (comma 4) prevede infatti che i veicoli utilizzati per il trasporto delle merci debbano essere collocati nella piazzola concessa, salvo oggettiva e comprovata impossibilità, per la quale dev’essere chiesta apposita deroga.

“Un provvedimento che noi sollecitavamo da tempo – spiega Giulio Zambelli, presidente Anva Confesercenti – Bisogna dare atto all’amministrazione di aver finalmente recepito le istanze delle associazioni di categoria. Grazie a questo intervento i mercati saranno più sicuri, a garanzia dei consumatori che li frequentano e degli operatori stessi. I banchi saranno disposti in modo più funzionale, ne guadagnerà la fruibilità delle aree”.

Ma ci sarà anche un grande beneficio per i quartieri che ospitano i mercati. “Finora accadeva che molti, una volta scaricata la merce, parcheggiassero i furgoni nelle vicinanze. Il provvedimento avrà l’effetto di sgravare le vie limitrofe: solo alla Malpensata, per fare un esempio, si libereranno più di 80 posti. La presenza del mercato diventerà insomma più sostenibile”.

Intanto l’Anva si è mobilitata per assistere i commercianti ambulanti nella fase di passaggio alla nuova normativa.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.