BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Nuove pietre in piazza Cittadella, la Lega s’indigna, Palafrizzoni: solo una prova

Non è il caso di metterci una pietra sopra, ma di chiarire che cosa sta succedendo in Piazza Cittadella in Città Alta.

Non è il caso di metterci una pietra sopra, ma di chiarire che cosa sta succedendo in Piazza Cittadella in Città Alta.

Il Consigliere Comunale e Capogruppo della Lega Nord, Alberto Ribolla, carta e penna alla mano ha scritto all’Amministrazione Comunale chiedendo, dopo aver osservato “un lavoro di ripristino del marciapiede in Piazza Cittadella”, se l’intervento sia di ripristino “evidentemente in contrasto con la restante pavimentazione, temporaneo o una prova”?.

Nell’era social il consigliere Ribolla posta su Fb l’interrogazione e la foto. È evidenze che si tratta di una prova e di fronte alla domanda l’assessore ai lavori pubblici Marco Brembilla risponde:

“È solo una prova per confrontare, insieme alla Soprintendenza il dà farsi. Certo che adesso è brutta, è un pezzo e neppure invecchiato. Forse se non la si butta sul politico è meglio. Poi ognuno si comporti come crede”.

Il placido assessore smorza sul nascere la polemica. In verità in Piazza Cittadella e sotto il portico del museo archeologico si stanno provando in questi giorni alcuni tipi di pietra di pavimentazione che, dopo la posa, subiscono un trattamento di invecchiamento per adeguarle al contesto nel quale si trovano.

“Sono prove a campione – spiegano a Palazzo Frizzoni – per capire come potremo intervenire su Piazza Cittadella una volta chiusa al parcheggio delle auto. Sia il marciapiedi, sia la pavimentazione sotto il porticato, in vista di un loro rifacimento vorremmo fossero utilizzabili anche da persone disabili e da mamme con le carrozzine”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.