Al cimitero cartelli anti-furto: "Almeno per oggi abbiate cuore, non rubate i fiori" - BergamoNews

La Foto notizia di BergamoNews

Treviolo

Al cimitero cartelli anti-furto: “Almeno per oggi abbiate cuore, non rubate i fiori”

Presentata anche un'interrogazione in Consiglio comunale

“Almeno per oggi abbiate cuore. Non rubate i fiori, grazie”. È il messaggio comparso al cimitero del Comune di Treviolo, a quanto pare alle prese con i continui furti di fiori dalle tombe dei defunti.

La segnalazione proviene dell’ex sindaco del paese, nonché consigliere in Provincia, Gianfranco Masper, che mercoledì 17 maggio ha anche presentato un’interrogazione in Consiglio comunale.

“Negli ultimi tempi i furti perpetrati nei cimiteri comunali sono aumentati in modo esponenziale – si legge nel testo dell’interrogazione -. Ormai non passa giorno senza che ne vengano segnalati di nuovi. Il problema non è certamente nuovo, ma stiamo assistendo ad una recrudescenza del problema che è coincisa con il pensionamento del seppellitore. L’esternalizzazione del servizio, lascia di fatto i cimiteri senza alcun servizio di guardiania”.

Al grattacapo dei furti si accompagnerebbe anche un problema di sicurezza: “Segnalato da alcune persone anziane preoccupate dalla presenza costante di alcuni “accattoni” che non sempre si limitano a salutare e a chiedere “un’offerta” – continuano all’opposizione -. Sono numerose le segnalazioni di violente liti, non solo verbali, tra i suddetti accattoni, che si contendono i posti migliori. Con la presente si chiede all’amministrazione comunale quali provvedimenti intende prendere per arginare il fenomeno, permettendoci di suggerire l’installazione di telecamere”.

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it