BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Centralina sul Serio, la minoranza chiede al sindaco un’assemblea pubblica

La Lista Loretta Moretti chiede al sindaco Bertocchi un'assemblea pubblica: i cittadini esigono chiarezza sulla centralina idroelettrica

All’ufficio protocollo del comune di Alzano Lombardo è arrivata nella mattinata di lunedì 15 maggio la richiesta ufficiale, all’amministrazione presieduta dal sindaco Camillo Bertocchi, di convocare un’assemblea pubblica per illustrare la situazione della centralina idroelettrica che si sta realizzando sulla sponda di Villa di Serio di fronte all’area naturalistica alzanese di cui tanto il mondo social sta dibattendo in queste ultime settimane.

Raggiunto al telefono, Mario Zanchi, consigliere della lista “Loretta Moretti – Insieme al servizio della città”, spiega che la decisione è arrivata dopo diversi giorni trascorsi ad analizzare carte, delibere ed articoli apparsi sulla stampa: “abbiamo aspettato per farsì che non si strumentalizzasse la nostra richiesta, evitando così qualsiasi polemica. Crediamo che sia indispensabile una mossa dell’amministrazione comunale per informare una volta per tutte la cittadinanza. L’assemblea pubblica è lo strumento utile per fare innanzitutto chiarezza, illustrare tutti i reali pericoli di un’opera del genere, e per non lasciare gli alzanesi in balia di chiacchiere da bar, anzi da social network ormai”.

Come gruppo consiliare siamo per lo stop ad allarmismi inutili – continua Zanchi – ed in un primo momento volevamo indire noi come gruppo un’assemblea sulla centralina, ma potevamo incorrere in polemiche, critiche di parte, ed eventuali non partecipazioni di relatori, vista la nostra posizione di minoranza. La delicata tematica trattata ossia la difesa del territorio e del nostro fiume Serio, auspicava un’organizzazione istituzionale ed ecco quindi l’opportuna decisione di richiesta scritta all’amministrazione comunale per l’organizzazione di una serata dove il pubblico presente potrà liberamente fare domande per avere risposte certe come quali sono i rischi reali per flora e fauna della zona o il motivo principale per cui si è deciso di costruirla proprio in quella posizione”.

Dopo avermi ribadito che come gruppo non vogliono mettere in discussione le concessioni totalmente regolari date all’azienda che da qualche giorno ha iniziato i lavori, si vuole fare inoltre chiarezza anche sull’impatto visivo ed ambientale dell’opera: “osservando i disegni dalle relazioni e dalle tavole di costruzione, si può notare che la centralina non sarà molto grande, anzi si potrebbe paragonare come grandezza massima al recente Barcicletta. Sarà totalmente ricoperta da lastre di legno e la zona, una volta finiti i lavori, tornerà come prima ovvero immersa nel verde degli alberi e dei cespugli. Curioso però che fino ad oggi quasi nessun cittadino abbia visto come sarà la centralina. La documentazione si può scaricare da un portale della Regione Lombardia, ma l’iter per arrivarci è difficile. Auspichiamo che durante l’assemblea vengano proiettate così da farsi una reale idea”.

Ora non resta che attendere la risposta ufficiale del sindaco Bertocchi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.