BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Costruire un’area di ricovero-accoglienza: studenti a scuola di Protezione Civile foto

Un evento volto all’allestimento di un’area di ricovero-accoglienza per sfollati ed operatori del soccorso (area di ammassamento), da predisporsi in caso di emergenza di Protezione Civile. È quello che sabato 13 maggio si è tenuto all’Istituto Tecnico per Geometri “G. Quarenghi” di Bergamo.

L’attività è inserita nell’ambito del Progetto “La Protezione Civile incontra la scuola”. È un progetto pilota per la realizzazione di una rete basata sui Centri di Promozione della Protezione Civile, che ha come ente capofila l’I.T.S. “G. Quarenghi”. I partner attivi sono stati il Comune di Bergamo – Ufficio di Protezione Civile del Comando di Polizia Locale e Protezione Civile e il Gruppo Comunale dei Volontari di Protezione Civile.

Lo scopo del progetto era quello della diffusione e promozione della cultura di Protezione Civile e della comunicazione dei rischi alla cittadinanza. I ragazzi coinvolti nel progetto sono stati gli alunni delle classi terze, quarte e quinte del Quarenghi che hanno collaborato con impegno ed entusiasmo all’attività. Sono stati impegnati dalle nove del mattino alle 18 del pomeriggio in fasi di lavoro di diverso genere. In una prima parte della giornata, i membri della Protezione Civile hanno fornito ai ragazzi una lezione teorica relativa all’allestimento di aree di emergenza e in materia di protezione civile. Inoltre, hanno fornito loro notizie organizzative e tecniche in merito all’allestimento di aree di emergenza.

Protezione civile al Quarenghi

Si è poi passati alla parte pratica in cui i ragazzi sono diventati anch’essi operativi: hanno realizzato dei rilievi del territorio ai fini dell’individuazione di aree di emergenza idonee. Infine, si è proceduto all’allestimento dell’area di accoglienza.

Si è trattato di un’attività di grande importanza per gli alunni del Quarenghi. Essa ha, infatti, permesso loro di potersi rendere conto del ruolo attivo che ogni persona può svolgere nella tutela del territorio e della collettività esposta a rischi, attraverso l’osservazione diretta e la sperimentazione partecipata in attività pratiche che si costituiscono come occasioni di apprendimento individuale e collettivo.

Le persone che hanno avuto un ruolo attivo nella realizzazione di tale progetto sono state il Responsabile della Protezione Civile della Regione Lombardia, Angela Caironi e, per il Comune di Bergamo, l’architetto Simona Caragliano. Per il Quarenghi, hanno collaborato il Comitato dei Genitori e il prof. Filippo Gagliano, responsabile del progetto, con la supervisione del Dirigente Scolastico, Cesare Emer Botti.

Il professor Gagliano ha così commentato: “Si è trattato di un’iniziativa molto positiva che ha permesso ai nostri alunni di entrare in contatto, collaborando attivamente, con il mondo della Protezione Civile”. È dello stesso avviso il Dirigente Scolastico che afferma: ”Mi auguro che tale esperienza vissuta dai nostri ragazzi, sia la prima di una lunga serie e che possa essere ripetuta nelle altre scuole della provincia di Bergamo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.