BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Professionisti e famiglie: progetti eco-friendly in Val Taleggio

Ultimi giorni per iscriversi ai progetti estivi eco-friendly in Val Taleggio, a Sottochiesa, tra arte, scienza, gastronomia, design, architettura, geologia

Ultimi giorni per iscriversi ai progetti estivi eco-friendly in Val Taleggio, a Sottochiesa, tra arte, scienza, gastronomia, design, architettura, geologia. Nato nel 2015 su ideazione e impulso di Ilaria Mazzoleni, architetto ed esperta di Biomimetica, docente universitaria negli USA dove vive da 20 anni, NAHR è un programma di residenza multidisciplinare e internazionale aperto ad artisti e ricercatori selezionati che ha applicanti da tutto il mondo.

Per questa estate i promotori hanno ideato workshop e laboratori aperti a tutti, sia professionisti che curiosi e famiglie.

Si tratta di due diverse “azioni” sul territorio, una scandita in moduli nella prima decina di giugno e pensata come corso aperto al pubblico e di aggiornamento professionale (con rilascio di crediti formativi) per architetti, ingegneri e geologi, l’altra prevista per la settimana dal 17 al 23 luglio e articolata come campo estivo per famiglie con bambini.

NAHW, acronimo di Nature Art Habitat Workshop, è un percorso incentrato sul tema “Roccia e pietra: cultura materiale e cultura del fare” e si propone “approfondimenti sui vari temi che compongono la cultura contemporanea del paesaggio, dell’ambiente e del progetto architettonico”.

“La caratteristica di questo workshop – precisa Ilaria Mazzoleni, che è particolarmente legata al territorio perché originaria di Sottochiesa – è di non avere un approccio ‘verticale’, del tipo ‘vieni e ascolti’. Il taglio è piuttosto partecipativo, per questo tutti possiamo essere interessati e tutti possiamo contribuire”. I due moduli intensivi (2-4 giugno; 10-11 giugno) prevedono la visita guidata ai suggestivi ‘orridi’ montani (le gole incise dalle acque nel paesaggio), alle cave ancora attive, alle baite e alle tracce antropizzate diffuse sul territorio. L’approccio multidisciplinare combina “attività di discussione e pratica, pensieri e mestieri, teoria e design”.

NAHF, acronimo di Nature Art Habitat Family, è invece il summer camp per famiglie, con incontri e training in lingua inglese, per bambini e ragazzi accompagnati da almeno un genitore. Si tratta di un laboratorio attivo multisensoriale in full immersion nella natura, sotto la guida di Mauro Sacchi e Bonnie Lin, performer, registi e insegnanti. Al mattino si prevedono camminate, attività all’aria aperta, visite guidate, al pomeriggio “lezioni” che puntano al potenziamento delle relazioni interpersonali corpo-mente.
Un modo inedito e stimolante di vivere il territorio, incontrando persone di varia provenienza e formazione, confrontandosi con le frontiere più aggiornate dell’architettura tra biologia, tecnologia, cultura del paesaggio. I programmi, consultabili on line, promettono per NAHW focus specifici su geologia, ambiente, cultura materiale, realizzazione di progetti di design, per

NAHF escursioni eco-museali, laboratori creativi, training di auto-coscienza psico-fisica. Per iscriversi ai progetti NAHW e NAHF c’è tempo fino a metà maggio e comunque fino a esaurimento posti. Per informazioni, programmi e costi: www.nahr.it , info@hnahr.it

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.