BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bellezza, lavoro, accessibilità: con la Kong corso per accedere agli edifici storici con l’uso di funi

L'azienda lecchese, specializzata in sistemi di sicurezza per alpinismo, soccorso e sicurezza sul lavoro ha scelto di organizzare un corso di formazione unico in Italia rivolto alle figure professionali e addetti ai lavori in quota

Più informazioni su

E’ iniziato il 9 maggio e avrà una durata complessiva di 5 giorni il corso di specializzazione per i tecnici del lavoro in quota con funi su edifici storici e iconici, organizzato dalla Kong S.p.A di Monte Marenzo.

L’azienda lecchese, specializzata in sistemi di sicurezza per alpinismo, soccorso e sicurezza sul lavoro, nonché Soggetto formatore accreditato dalla Regione Lombardia, ha scelto di organizzare un corso di formazione unico in Italia rivolto alle figure professionali e addetti ai lavori in quota.

Il corso è suddiviso in una fase di teoria e addestramento al centro di formazione aziendale a Monte Marenzo e una di applicazione pratica delle tecniche di accesso in sicurezza. Nell’ultima giornata di sabato 13 maggio i partecipanti infatti scaleranno la torre neorinascimentale di Palazzo Prinetti, alta sette piani, nel cuore di Merate, per valutarne le condizioni ed, eventualmente, intervenire in un secondo momento. Durante questa giornata i professionisti impareranno anche l’utilizzo dei droni nelle ricognizioni e nelle prime valutazioni di sicurezza.

“Negli ultimi anni, la tecnica di accesso ai luoghi di lavoro mediante funi si è costantemente perfezionata ed è preferita in situazioni dove non è possibile intervenire con impalcature o piattaforme – afferma Ettore Togni, responsabile del settore formazione della Kong -. Ci siamo accorti che in Italia, un paese che vanta a livello mondiale un grande patrimonio di edifici storici, che necessitano di una costante manutenzione, mancava una formazione focalizzata sull’uso competente e sicuro delle tecniche di lavoro su fune, nell’ambito della messa in sicurezza e di valutazione del degrado del patrimonio artistico. Abbiamo quindi deciso di partire proprio dalle bellezze monumentali del nostro territorio e di mettere a disposizione la nostra competenza al servizio dei professionisti di tutta Italia con questo corso, unico nel suo genere”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.