La neonata abbandonata e morta: trovata la mamma, è una sedicenne - BergamoNews
Trieste

La neonata abbandonata e morta: trovata la mamma, è una sedicenne

Una studentessa di 16 anni: è lei la mamma della piccola trovata in fin di vita nel giardino di un complesso residenziale a Trieste.

Una studentessa di 16 anni: è lei la mamma della piccola trovata in fin di vita nel giardino di un complesso residenziale a Trieste. Ora è indagata per omicidio della sua piccola. E’ in ospedale, nello stesso in cui era stata portata la bimba: ha detto che non sapeva di essere incinta.

Ha raccontato di aver partorito in maniera inconsapevole, da sola, nel bagno di casa nel corso della notte, si è spaventata, ha pensato che il bimbo appena nato fosse morto. Così ha lasciato quello che riteneva un corpo senza vita nel prato vicino casa.

Sembra che anche i familiari fossero all’oscuro della gravidanza: non avrebbero sentito né grida, né vagiti o lamenti che avrebbero potuto far nascere sospetti su quanto stava accadendo. Solo alla vista delle forze dell’ordine aggirarsi intorno casa e dopo aver appreso del ritrovamento della neonata e aver scoperto alcune tracce di sangue nel bagno, gli stessi i familiari hanno cominciato a mettere alle strette la ragazza che, alla fine, ha raccontato quello che era accaduto. A quel punto, la ragazza è stata portata al Pronto soccorso ed è emersa la terribile verità.

Ma le ricostruzioni della ragazza continuano a cambiare: si cerca ora di stabilire la verità

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it