BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Terre del Vescovado”, 13 Comuni insieme per promuovere il territorio a est di Bergamo fotogallery

È una sfida che guarda lontano, ma il primo passo è stato fatto. E cominciare bene è fondamentale per attuare percorsi ad ampio respiro come il progetto turistico-culturale "Terre del Vescovado", che ha l'obiettivo di valorizzare e promuovere l'area a est di Bergamo.

È una sfida che guarda lontano, ma il primo passo è stato fatto. E cominciare bene è fondamentale per attuare percorsi ad ampio respiro come il progetto turistico-culturale “Terre del Vescovado”, che ha l’obiettivo di valorizzare e promuovere l’area a est di Bergamo.

L’evento di lancio si è tenuto nella mattinata di sabato 6 maggio negli spazi dell’Ente di formazione professionale Sacra Famiglia di Seriate, situata sulla cima della collina di Comonte, dalla quale è possibile cogliere con un solo sguardo buona parte dell’estensione delle terre del Vescovado.
Oltre a Scanzorosciate (Comune capofila), sono parte di questa realtà i Comuni di Seriate, Albano sant’Alessandro, Bagnatica, Brusaporto, Carobbio degli Angeli, Chiuduno, Costa di Mezzate, Gorle, Montello, Orio al Serio, Pedrengo e Torre de’ Roveri. A tutti sono stati consegnati cartelli segnaletici per indicarne l’appartenenza.

All’incontro hanno partecipato le amministrazioni comunali aderenti con i rispettivi sindaci, gli operatori turistico-commerciali associati, l’assessore regionale Claudia Terzi e il consigliere regionale Angelo Capelli, il presidente di PromoSerio Maurizio Forchini e Andrea Vanini, presidente del comitato In Val Cavallina, altra zona impegnata nella valorizzazione turistica. A coordinare i lavori l’ex presidente di PromoSerio, Guido Fratta.

Il sindaco di Seriate, Cristian Vezzoli, evidenzia: “È possibile affermare che questa iniziativa sia nipote di Expo in quanto è nata nel solco del distretto dell’attrattività Gate – Green Attractivity Territory for Expo, che ha favorito lo sviluppo di un positivo lavoro di rete tra i Comuni aderenti. Ora, con le Terre del Vescovado, il percorso intrapreso prosegue, in un’ottica che si estenderà nel medio-lungo periodo. Si tratta di un’opportunità per sviluppare nuove collaborazioni tra i diversi Comuni, un’occasione per allargare il proprio sguardo e operare in sinergia per valorizzare le tante risorse che caratterizzano il territorio”.

Dello stesso avviso, l’assessore regionale Terzi che afferma come il progetto possa essere considerato un esempio di “eredità immateriale dell’esposizione universale di Milano, che ha permesso una maggior presa di coscienza delle potenzialità del territorio e favorito uno scatto d’orgoglio in questa direzione”.

Il sindaco di Scanzorosciate, Davide Casati, che aggiunge: “Oggi si concretizza un progetto importante, che continuerà nel tempo e avrà ricadute positive anche nel futuro. Dar vita a questo percorso significa rendere più fruibile il territorio, guardare con occhi nuovi la storia e le bellezze artistiche, il patrimonio paesaggistico e naturalistico e i sapori che nascono nelle terre del Vescovado”.

Nel corso della mattinata, sono stati illustrati i risultati dei primi mesi di lavoro del comitato promotore supportato dal coordinatore Salvatore Linguanti. Primo fra tutti il portale turistico (www.terredelvescovado.it), punto di partenza per far conoscere l’arte, i sapori, l’ospitalità, le occasioni di svago all’aria aperta e gli eventi di quest’area.

Parallelamente al portale è stata presentata l’app ufficiale delle Terre del Vescovado (disponibile gratuitamente su tutti gli store), pensata per avere sempre a portata di mano il meglio delle Terre e costantemente aggiornata grazie al sistema E015 che la mette in comunicazione con il portale. Tutto in un’unica app: le informazioni sui prodotti e produttori, gli itinerari storici, paesaggistici ed enogastronomici, gli alberghi e i ristoranti, le iniziative e le attività promosse sul territorio.

Inoltre, è disponibile anche il magazine delle Terre del Vescovado, dove si possono trovare tutte le informazioni utili, i contatti degli associati e gli eventi della stagione: una mini-guida per non perdersi nulla dell’offerta del territorio. La pubblicazione sarà inoltre reperibile in tutti i Comuni e gli operatori associati.

Dopo la presentazione si è svolta la prima assemblea generale delle Terre del Vescovado, che ha portato alla ratifica del direttivo, composto da quattro rappresentanti delle amministrazioni aderenti – Simona D’Alba (assessore alla cultura del Comune di Pedrengo), Veronica Fogaroli (assessore alla cultura del Comune di Costa di Mezzate), Paola Raimondi (assessore al commercio del Comune di Seriate), Angela Vitali (assessore alla cultura del Comune di Scanzorosciate) – e da tre rappresentanti tra gli enti e operatori associati – Paolo Russo (azienda agricola La Corona), Massimiliano Lussana (ristorante Negrone) e Marco Ceccherini (associazione culturale InChiostro).

A seguire, sono stati eletti il presidente delle Terre del Vescovado, l’assessore alla cultura di Scanzorosciate Angela Vitali e il vicepresidente Paola Raimondi , assessore al commercio di Seriate.

Angela Vitali

In conclusione, è stato proiettato per la prima volta un filmato, realizzato in collaborazione con docenti e studenti della Sacra famiglia, che ha mostrato il meglio delle Terre, tra colline e pianure, borghi e la zona lungo il fiume Serio.

Nel corso della mattinata nel suggestivo cortile della scuola, alcune delle realtà associate al progetto turistico si sono presentate esponendo i propri prodotti, mentre alcuni ragazzi del Conservatorio “Donizetti” di Bergamo si sono esibiti intrattenendo il pubblico presente.

Il progetto “Terre del Vescovado” è nato nel settembre 2016 con l’impegno di un comitato promotore autonomo all’interno di PromoSerio, ente di promozione territoriale della Val Seriana e della Val Di Scalve. L’obiettivo è valorizzare e promuovere il patrimonio naturale, artistico, enogastronomico e il complesso degli eventi caratterizzanti quest’area della provincia bergamasca. Inoltre, sviluppare progetti sovracomunali per la valorizzazione delle risorse culturali e ambientali, che stimolino la crescita e la fruibilità turistica della zona.

Fanno parte delle Terre del Vescovado, oltre alle 13 amministrazioni comunali firmatarie del protocollo d’intesa, anche diversi operatori turistico-commerciali, enti e associazioni culturali che, attraverso la loro attività, conferiscono un grande valore aggiunto al territorio.

Oggi sono più di 50 gli associati che si sono uniti alle amministrazioni in un cammino comune per lo sviluppo turistico locale.

Da martedì 9 maggio aprirà l’info-point delle terre del Vescovado. Si troverà all’ingresso della biblioteca comunale di Scanzorosciate, in piazza della Costituzione e sarà fornito di tutte le informazioni relative alle attività svolte. Successivamente, ne è previsto l’allestimento all’interno del museo del vino di Scanzorosciate.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.