BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Sicurezza stradale, a Costa Volpino sagome bianche nei luoghi degli incidenti mortali foto

L'iniziativa fa parte del progetto "Io dipendo da me", nato per sensibilizzare le persone su temi come l'abuso di droghe, alcool e gli incidenti stradali

Sagome bianche raffigurate a terra, sull’asfalto, in punti dove in passato si sono verificati degli incidenti stradali mortali, per fare riflettere gli automobilisti sull’importanza del codice stradale e ricordare loro che l’attenzione non è mai troppa. È la campagna di sensibilizzazione sulla sicurezza stradale che ha preso il via venerdì 5 maggio a Costa Volpino.

L’iniziativa fa parte del progetto “Io dipendo da me”, nato dalla volontà di sensibilizzare le persone su alcuni temi fondamentali: “Come l’abuso di droghe, l’abuso di alcool e gli incidenti stradali – spiega l’Assessore ai Servizi Sociali del comune di Costa Volpino, Patrick Rinaldi -. Il tutto si è sviluppato anche grazie all’Associazione Pesciolino Rosso ed alle mamme della Stanza di Lulù”.

Le tre sagome, simbolo di altrettanti incidenti stradali mortali, sono state donate dalla ditta Arca, che ha offerto la verniciatura: “Resteranno sull’asfalto per parecchio tempo, almeno per un paio d’anni – spiega Rinaldi -. L’usura del colore sarà lenta, speriamo che anche questo aspetto contribuisca a tenere alta e costante la soglia dell’attenzione. Il tutto – ci tiene a sottolinare l’assessore – è stato concordato con le famiglie delle vittime, in modo da non urtare la loro sensibilità”.

Ma la campagna non si esaurisce qui. Nei prossimi giorni sarà scattata una fotografia insieme alle mamme della Stanza di Lulù, sempre inerente al tema della sicurezza stradale, che sarà utilizzata come locandina da distribuire all’interno delle scuole guida e via web; mentre domenica 14 maggio, alle 20.30, in occasione della festa della mamma, al pala CBL di Costa Volpino si svolgerà un concerto dove alcune mamme racconteranno la loro storia: “Si tratta di mamme che hanno avuto a che fare con problemi di alcool e abuso di sostanze stupefacenti – continua Rinaldi -. A raccontare la propria esperienza ci sarà anche una mamma della Stanza di Lulù che ha perso il figlio in un incidente stradale. Infine, vi sarà la possibilità di avere la testimonianza diretta di una direttrice che si occupa di penale minorile”.

Sempre durantre la serata di domenica 14 maggio, “grazie al supporto di ATS Bergamo verranno messi a disposizione alcuni visori che simuleranno l’alterazione dovuta all’uso di stupefacenti e di alcool – conclude l’assessore del Comune di Costa Volpino -. Tutti coloro che vorranno saranno invitati a partecipare attraverso un percorso guidato”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.