BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Funicolare di città, ecco la nuova insegna: in ferro e in stile anni ’60

Installata venerdì mattina la nuova insegna, centrale e più visibile, progettata dall’architetto Alessandro Bettonagli in armonia con il contesto storico del caratteristico impianto che collega la città bassa con il borgo medioevale sul colle.

È stata installata nella mattinata di venerdì 5 maggio la nuova insegna della Funicolare di Città. Appositamente disegnata per lo storico collegamento a fune, la nuova scritta in ferro ricalca i canoni stilistici della facciata anni ’60. 

Un allestimento elegante e funzionale, centrale e più visibile, progettato dall’architetto Alessandro Bettonagli in armonia con il contesto storico del caratteristico impianto che collega la città bassa con il borgo medioevale sul colle.

La facciata della Funicolare di Città torna a risplendere grazie anche alla nuova illuminazione serale che sarà installata nei prossimi giorni, a completamento dei lavori.

La Funicolare di Città è il primo collegamento dalla Città Bassa alla Città Alta con impianto di tipo tradizionale con due vetture in salita e discesa. Fu costruita nel 1887 su progetto dell’ingegnere Alessandro Ferretti che ne gestì il servizio fino al 1906 quando fu rilevata da AMFTE – Azienda Municipalizzata Funicolari e Tranvie Elettriche, ora ATB.

Nel 1917 si deliberò la trasformazione completa della funicolare per aumentarne la capacità di trasporto e ridurre al minimo le sospensioni di servizio. L’impianto originario assunse nella nuova versione dell’ingegner Zaretti, costruita dalla Stigler Otis, le caratteristiche di due impianti di ascensori su piano inclinato mossi da due argani indipendenti.

Tra il 1920 e il 1921 le vecchie vetture furono sostituite da un nuovo modello realizzato dalla Stigler e le due stazioni di Bergamo Bassa e Bergamo Alta vennero ammodernate. Altri interventi furono necessari nel 1954 e nel 1963-64 con l’installazione di due nuove vetture panoramiche. L’ultimo restauro avvenne nel 1987, ad un secolo dalla prima corsa, quando la funicolare assunse l’aspetto attuale.

Nel maggio 2015 alle stazioni inferiore e superiore delle Funicolari di Città e San Vigilio, sono stati allestiti 7 nuovi monitor installati per trasmettere, in italiano e inglese, le informazioni aggiornate sui servizi e le iniziative ATB pensate per vivere al meglio la città con i mezzi pubblici.

La prima delle due linee della Funicolare di Città è lunga 240 metri mentre la seconda, quella di sinistra, è di 234 mt; viaggia su un dislivello di 85 metri (da mt 271 a mt 356) con una pendenza massima che raggiunge il 52%; ogni carrozza trasporta 50 passeggeri.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.