BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Confidi Systema, l’assemblea dei soci approva il bilancio 2016

Confidi Systema! chiude con un utile di esercizio di 2,4 milioni di euro e un Total Capital Ratio del 23,16%

Le Assemblee Separate dei soci approvano il bilancio dell’esercizio 2016. Il primo anno di vita di Confidi Systema! raccoglie i primi benefici del progetto di fusione dei cinque confidi lombardi intersettoriali promosso da Confartigianato, Confindustria e Confagricoltura.
L’esercizio chiude con un utile di 2,4 milioni di euro, fondi propri cresciuti di quasi il 30% passando da 60 a 75 milioni di euro e un Total Capital Ratio passato dal 14,42% del bilancio 2015 consolidato al 23,16%, dato che assume ancor maggiore valore se allineato all’analisi del provisioning che vede le posizioni in sofferenza rettificate per il 76%.

Nella Relazione all’Assemblea il Presidente Lorenzo Mezzalira esprime soddisfazione per i risultati: “Anno intenso e ricco di attività straordinarie: l’integrazione dei sistemi informatici, la messa a punto del nuovo modello organizzativo, l’istanza di autorizzazione a Banca d’Italia per l’Iscrizione nell’Elenco Unico degli Intermediari Finanziari, lo spin off dei rami d’azienda commerciali e la relativa costituzione delle Agenzie in Attività Finanziaria, il rinnovo delle cariche sociali per il triennio 2016-2018, per citare i principali.”

E prosegue: “La Società ha saputo rispondere con determinazione assorbendo di fatto gli effetti della Business Combination per lo più già nel primo quarto dell’esercizio e potendo quindi fin da subito concentrare la sua attenzione sull’attività tipica: assistere i soci per migliore l’accesso al credito.”

Tra i principali servizi erogati nell’anno Finanza Subito!: oltre 31 milioni di euro di erogazione diretta di finanziamenti ponte alle imprese e la prima operazione di Minibond ove siamo intervenuti in qualità di Sottoscrittori per oltre 2 milioni di euro. Complessivamente il flusso di Garanzie rilasciato nell’anno è cresciuto a oltre 256 milioni di euro, rispetto ai 199mln del 2015 e lo stock delle Garanzie in Bonis in essere è passato da 382 a 395 milioni di euro, mentre è calato da 48 milioni a 46 milioni il valore delle Garanzie Deteriorate Nette. L’outstanding dei finanziamenti garantiti rimane sopra a 1 miliardo di euro.

“In aderenza al Piano Industriale molteplici sono stati gli interventi per migliorare l’efficienza complessiva della nostra Società – continua il Presidente Mezzalira – sintetizzati nel rapporto costs/incomes del 63% migliorato significativamente rispetto al 76% registrato ante fusione nei bilanci consolidati 2015. Andiamo avanti rafforzati negli equilibri e nelle dinamiche di bilancio puntando ad essere sempre più efficienti e ad accrescere l’operatività per le imprese e per la loro crescita sul territorio”.

“Come Confindustria Bergamo, ma in generale come sistema Confindustria Lombardia siamo molto soddisfatti dell’evoluzione del progetto Confidi Systema – commenta il Presidente di Confindustria Bergamo Ercole Galizzi. Viene confermata la correttezza della nostra scelta di rinunciare a un consorzio monosettoriale per condividere con Confartigianato e Confagricoltura e con il supporto di Regione Lombardia la costituzione di un soggetto forte, solido, ottimamente patrimonializzato. Tale soggetto, grazie all’organizzazione moderna ed efficiente, è in grado di supportare il sistema delle pmi nei rapporti con il sistema bancario per tutte le operazioni finanziarie di breve, medio e lungo termine. Molto azzeccate anche le scelte di fare finanza diretta e di investire nei minibond che rappresentano la finanza alternativa del futuro.”

“Auspichiamo che Confidi Systema! – dichiara il Presidente di Confagricoltura Bergamo, Renato Giavazzi – utilizzando le professionalità di Confagricoltura, diventi uno strumento sempre più efficace per facilitare realmente l’accesso al credito da parte delle imprese del settore agricolo ed agro-industriale, operando in stretto contatto con le banche, in primo luogo quelle del nostro territorio, che oggi guardano al comparto con rinnovata attenzione, sia pure in un contesto economico e finanziario che rimane non facile. Estremamente importante poi il ruolo di Confidi Systema! nel supportare le operazioni di investimento delle imprese agricole, derivanti dall’attuazione dei Piani di Sviluppo Rurale”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.