BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Stezzano, dopo le polemiche sulle nozze gay arriva lo show “anti-gender” con Povia video

Il cantautore milanese sarà al teatro Eden per lo spettacolo-conferenza "Invertiamo la rotta! Contro la dittatura del pensiero unico"

Bioetica, famiglia, teoria gender. Sono alcuni dei temi dello spettacolo-conferenza “Invertiamo la rotta! Contro la dittatura del pensiero unico”, che venerdì 5 maggio alle 20.45 farà tappa al teatro Eden di Stezzano con protagonista il cantautore milanese Povia (l’ingresso è gratuito).

Vincitore del Festival di Sanremo 2006 con la canzone “Vorrei Avere il Becco”, Povia sarà accompagnato sul palco dal presidente del gruppo “Giuristi per la vita”, nonché segretario nazionale de “Il popolo della famiglia”, Gianfranco Amato.

La locandina dell'evento

La locandina dell’evento

Il tour, polemicamente definito anti-gender sui social, il 27 aprile ha fatto tappa a Palazzago (guarda qui un estratto su youtube), e tra pochi giorni approderà a Stezzano, dove proprio nei giorni scorsi è tornata alla ribalta la polemica legata alle unioni civili celebrate nello sgabuzzino sul retro dell’ufficio anagrafe invece che nell’ampia sala di rappresentanza riservata ai matrimoni civili.

Per la vicenda, il Comune era stato condannato dal Tar a sborsare, tra rimborso delle spese di giudizio e compenso al proprio legale, una cifra pari a circa 12mila euro. Lo scorso 1 aprile, inoltre, la coppia che aveva fatto ricorso si è formalmente unita durante una celebrazione officiata dal capogruppo di Stezzano Bene Comune, unico consigliere ad aver fornito la disponibilità.

Nell’ultimo Consiglio comunale, però, un nuovo colpo di scena, con il sindaco Elena Poma (Lega Nord/Forza Italia) che ha annunciato ricorso al Consiglio di Stato. Una scelta, questa, che ha scatenato la dura reazione della Comunità LGBT, in particolare di Arcigay, che attraverso il presidente Marco Arlati ha chiesto al sindaco Poma le dimissioni nel caso in cui perdesse anche in secondo grado.

Questione di strano tempismo, ora anche lo show di Povia rischia di gettare benzina sul fuoco: “Quella della sindaca leghista di Stezzano è ormai una battaglia personale, nonostante i soldini che usa per fare la guerra a una coppia gay siano proprio quelli dei suoi cittadini. Non le è bastato perdere in tribunale, torna all’attacco, invitando un cantante fallito e mr. gender, avvocato crociato anti gay, in quel di Stezzano per una serata “contro le teorie gender”, si legge sulla pagina Facebook del Comitato Bergamo Contro l’Omofobia.

Una polemica non del tutto nuova, a dire il vero. Già lo scorso 17 ottobre il Circolo di Rifondazione Comunista delle Valli Brembana e Imagna era insorto contro l’amministrazione e l’oratorio che avevano organizzato l’incontro “La sfida dell’ideologia gender alla famiglia”, con protagonista ancora una volta Povia. Il musicista aveva poi risposto alle accuse attraverso un video rilasciato proprio a Bergamonews.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.