BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Primo maggio in piazza per i lavoratori del Donizetti

Nel corteo del 1° Maggio c'erano anche i lavoratori della biglietteria e dei servizi tecnici del Donizetti, in servizio per la cooperativa che gestisce il principale teatro cittadino.

Il sipario questa volta è stata la piazza. Nel corteo del 1° Maggio c’erano anche i lavoratori della biglietteria e dei servizi tecnici del Donizetti, assunti dalla cooperativa che gestisce il principale teatro cittadino: per loro niente stipendio a marzo e un preavviso di licenziamento.

“La biglietteria e il personale tecnico e di sala  – spiegano i lavoratori – hanno garantito il regolare svolgimento degli spettacoli in programma nonostante il mancato riconoscimento di tutte le retribuzioni del mese di marzo e la totale incertezza di tale riconoscimento per il mese di aprile”.

Venerdì, il personale ha ricevuto la “lettera di preavviso di licenziamento da parte della cooperativa cui è stata affidata la gestione del personale del Teatro Comunale”.

“Questi lavoratori – il cui ruolo è fondamentale per il perfetto funzionamento del teatro – sono senza stipendio da marzo, per motivi che riguardano esclusivamente la cooperativa a cui il Comune aveva affidato la gestione di maschere e biglietteria (e non il Comune stesso che ha sempre, regolarmente pagato) – dichiara l’assessore alla cultura Nadia Ghisalberti -. Nonostante ciò, il personale con grande senso di responsabilità ha garantito l’apertura del Donizetti per la serata inaugurale del Festival Pianistico. A loro il mio grazie per la dedizione e la mia solidarietà. L’amministrazione in tempi brevissimi ha trovato una nuova cooperativa che subentrerà alla precedente nell’appalto, garantendo il mantenimento di tutti i posti. Da ottobre il Teatro rimarrà chiuso per due anni. Funzionerà con più aperture il Sociale, ma certo le ore di spettacolo diminuiranno con ricadute sull’orario di questi servizi. Certamente un tema da affrontare nel prossimo appalto”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.